Archivi categoria: FOTOTOSSICITA’ E FOTOALLERGIE.

Fototossicità e Fotoallergia.

FOTOTOSSICITA’ E FOTOALLERGIE.


Viene l’estate e con il sole, il mare e gli ombrelloni arrivano anche le reazioni da fotosensibilità e da fotoallergia. Alcune di queste reazioni, anzi molte, possono essere scatenate da farmaci, per cui è bene che medici e pazienti siano informati.

FOTOTOSSICITA’

Si parla di fototossicità quando c’è un danno cellulare o tessutale, dopo esposizione ai raggi ultravioletti, indotto da un farmaco o una sostanza fototossici, ingeriti o applicati sulla pelle. I farmaci più comuni sono:

  • Tetracicline (specialmente la doxicilina),
  • Diuretici tiazidici,
  • Sulfamidici,
  • Fluorochinolonici,
  • FANS (soprattutto il piroxicam),
  • Fenotiazine.

Le reazioni fototossiche si manifestano come eritemi o ustioni solari sproporzionate rispetto al tempo di esposizione, che compaiono a distanza di minuti od ore dall’esposizione al sole e sono limitate caratteristicamente alla cute esposta. Nei casi gravi possono svilupparsi flittene e vesciche.

LOURDES.

LA FOTOALLERGIA

si manifesta invece con manifestazioni pruriginose, eruzioni eczematose nelle aree esposte al sole, che compaiono da uno a due giorni dopo l’esposizione ad agenti usati per via topica che funzionano come fotosensibilizzatori.

  • Le sosotanze più comuni nelle reazioni fotoallergiche sono i filtri solari (benzofenoni, cinnamati, dibenzoilmetani),
  • fragranze come l’olio di sandalo;
  • tra i farmaci sostanze antibatteriche come la clorexidina e l’esaclorofene, i FANS (soprattutto ketoprofene e diclofenac), le fenotiazine come la prometazina.
  • Più raramente possono verificarsi reazioni fotoallergiche a farmaci sistemici, come chinidina, chinolonici, sulfamidici, ketoprofene e piroxicam.

In questi mesi è in discussione presso l’Agenzia Europea dei Medicinali (EMEA) una procedura di arbitrato (referral) sul ketoprofene topico, che è stato ritirato in Francia perchè il bilancio beneficio rischio e stato giudicato negativamente.
In Italia lo scorso anno dopo una revisione dei casi nella rete nazionale di farmacovigilanza, che metteva in luce numersosi casi di fotoallergia da ketoprofene (vista anche la grande diffusione di questo farmaco di automedicazione) sono state adottate misure per informare pazienti e medici sul rischio di fotoallergia (avvertenza nel foglietto illustrativo….). Non consciamo ancora l’esito del referral ma, se questi farmaci resteranno in commercio, i cittadini dovranno essere adeguatamente informati sui rischi da fotosensibilità e sull’uso sicuro di questi prodotti.

ReA
REAZIONI.

Lascia un commento

Archiviato in FOTOTOSSICITA' E FOTOALLERGIE.