Archivi categoria: ESENZIONE TICKET PER REDDITOO.

Ezenzione ticket per reddito.

ESENZIONE TICKET PER REDDITO.


CAMBIANO LE MODALITA’ PER CERTIFICARE IL DIRITTO ALL’ESENZIONE

Dal 1° maggio 2011 il diritto all’esenzione per reddito dal pagamento del ticket deve essere indicato, da parte del medico, nella prescrizione di visite ed esami specialistici e non può essere autocertificato al momento della prenotazione.

Gli interessati devono essere in possesso del certificato di esenzione per reddito, che potrà essere richiesto a partire dal 1° febbraio 2011 alla propria Azienda Usl.

COME FARE PER OTTENERE IL CERTIFICATO:
Chi ha diritto all’esenzione per reddito deve recarsi personalmente presso uno degli sportelli della Azienda Usl di residenza – o delegare per iscritto una persona di fiducia e compilare il modulo di autocertificazione.
Sulla base di questa autocertificazione l’Azienda Usl rilascia il certificati di esenzione.

COME UTILIZZARE IL CERTIFICATO:
Il certificato di esenzione viene mostrato al medico di famiglia o ad altro specialista del servizio sanitario regionale al momento della prescrizione di una visita o di un esame sspecialistico.
Il medico provvede a trascrivere il diritto alla esenzione sulla ricetta di prescrizione.

VALIDITA’ DEL CERTIFICATO:
Il certificato di esenzione ha validità annuale, con scadenza al 31 dicembre, e va rinnovato ogni anno. Per le persone con più di 65 anni, il certificato ha validità illimitata.
In tutti i casi, anche per gli over 65enni, se le condizioni di reddito cambaino e non si ha più diritto all’esenzione, occorre comunicarlo tempestivamente alla prorpia Azienda Usl.

DAL 1° FEBBRAIO AL 30 APRILE 2011 LE MODALITA’ DI CERTIFICAZIONE SONO DUE:
Fino al 30 aprile 2011 le persone esenti per reddito dal pagamento del ticket, se non sono ancora in possesso del certificato di esenzione per reddito rilasciato dall’Azienda Usl, possono continuare ad autocertificare la propria condizione al momento della prenotazione di visite ed esami.

Dopo il 1° maggio 2011 sara’ riconosciuta l’esenzione per reddito dal pagamento del ticket se tale diritto e’ espressamente indicato nella ricetta di prescrizione di visite o di esami specialistici.

PER SAPER DOVE ANADRE PER AVERE IL CERTIFICATO E PER ULTERIORI INFORMAZIONI:

CHIAMA il numero verde gratuito del servizio saniatrio regionale 800 033 033
DAL LUNEDI AL VENERDI DALLE ORE 8.30 ALLE 17.30 – IL SABATO DALLE 8.30 ALLE 13.30

CONSULTA: la guida ai servizi: http://www.saluter.it/servizi-ai-cittadini- scrivendo nel campo cerca: “esenzione ticket per reddito”.

CHI HA DIRITTO ALLA ESENZIONE PER REDDITO

  • Le persone di età superiore a 65 anni e inferiore a 6 anni, con reddito familaire complessivo inferiroe a 36.151,98
  • I titolari di pensione sociale e di pensione al minimo con più di 60 anni e i loro familiari a carico, con reddito familiare complessivo inferiore a 8.263,31 incrementato fino a £ 11.362,05 se il conuige è a carico, e di ulteriori £ 516,46 per ogni figlio a carico
  • I disoccupati registrati presso i Centri per l’impiego con più di 16 anni, già precedentemente occupati, e i loro familiari a acarico, con reddito familiare complessivo inferiore a 8.263,31, incrementato fino a 11.362,05 se il coniuge è a carico, e di ulteriori 516.46 per ogni figlio a carico.

GRASSE - FRAGONARD.

A partire dal 1° maggio 2011, l’esenzione dal pagamento del ticket per motivi di reddito dovrà essere obbligatoriamente apposta dal prescrittore sulla ricetta rossa, nell’apposito campo dedicato alle altre esenzione, come previsto dal Decreto del Ministero dell’economia e delle finanaze, 11 dicembre 2009.

Dal 1° febbraio al 30 aprile 2011 l’esenzione può ancora essere autocertificata al momento della prenotazione/erogazione della prestazione. In questo periodo, dunque convivono le due modalità di certificazione del diritto all’esenzione: autocertificazione al momento della prenotazione/erogazione, attestazione del diritto all”esenzione riportato sulla ricetta di prescrizione.

Le Aziende Usl, dal 1° di febbraio prossimo, a tutti gli assisiti che fanno richiesta e che sono in possesso delle condizioni di reddito che danno diritto all’esenzione, rilasciano il certificato di esenzione per reddito, che riporterà una delle codifiche sotto riportate:

CODIFICHE DI ESENZIONE AL PAGAMENTO DEL TICKET IN BASE AL REDITTO

E01:
Soggetti con meno di 6 anni o più di 65 anni con reddito familaire a 36.151,98 euro (ex art. 8, comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni).

E02:
Disoccupati, già  precedentemente occupati – e loro familiari a carico – con reddito familiare a 8.263,31 euro incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriore 516 euro per ogni figlio a carico (ex art. 8 comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni)

E03:
Titolare di assegno (ex pensione) sociale – e loro familiari a carico – (ex art. 8 comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni).

E04:
Titolari di pensione al minimo, con più di 60 anni – e loro familiari a carico – con reddito familiare inferiore a 8.263,31 euro incrementato a 11.362,05 euro in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriore 516 euro per ogni figlio a carico (ex art. 8 comma 16 della L. 537/1993 e succ. modifiche e integrazioni).

Montmartre - Paris.

FIMMG: Federazione Italiana Medici di Famiglia

Oggetto: DM 11 dicembre 2009 – esenzione per reddito.

Alla luce di un approfondito esame dei meccanismi messi in atto dal Decreto Ministeriale in oggetto, questa Federazione rappresenta alle SSVV l’impossibilità dei Medici di Medicina Generale di adempiere ai compiti in esso previsti per tre motivi fondamentali:

  1. esulano completamente dalla loro sfera di competenza professionale, infatti le procedure di acquisizione del diritto, per consentire di renderlo immediatamente fruibile, si basano in gran parte sull’autocertificazione del cittadino, che una volta acquisita è sufficiente, salvo ipotetica verifica amministrativa, ad ottenere l’esenzione su tutte le prestazioni, non essendo subordinata ad alcuna valutazione clinica, che sola giustificherebbe l’intervento del medico;
  2. presentano criticità non risolte che rendono incerto il diritto del cittadino ed espongono il medico a responsabilità amministrative anche invonlontarie;
  3. disturbano fortemente il proceso assistenziale e il rapporto di fiducia medico/assistito.

In attesa del momento in cui, la prescrizione online avrà raggiunto un livello di funzionalità tale da assicurare la verifica del diritto all’esenzione per reddito attraverso automatismi, in modo tale che la reponsabilità del riconoscimento del diritto stesso sia esclusivamente ed esplicitamente riferibile al procedimento amministartivo e non al medico prescrittore, riteniamo che tale operazione, per competetnza, debba essere assolta sul versante erogativo, dove l’organizzazione deputata alla riscossione delle partecipazioni alla spesa già deve disporre delle conoscenze e delle attezzature necessarie allo scopo.

In considerazione di ciò verrà a cessare, anche a livello Regionale, la disponibilità dei Rappresentanti di questo Sindacato a collaborare ad una applicazione del Decreto in oggetto.

Riteniamo indispensabile una rapida rivalutazione delle procedure e a tale fine siamo disponibili a qualsiasi approfondimento tecnico.

Distinti saluti.

Lascia un commento

Archiviato in ESENZIONE TICKET PER REDDITOO.