Archivio dell'autore: dottornaddaf

Informazioni su dottornaddaf

MEDICO CHIRURGO: UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BOLOGNA, MEDICINA GENERALE: REGIONE EMILIA-ROMAGNA, MEDICINA MANUALE-OSTEOPTIA: DIPLOME INTER-UNIVERSITAIRE DE MEDICINE MANUELLE-OSTEOPATHIE: FACULTE DE MEDECINA PARIS XIII - BOBIGNY. MESOTERAPIA ANTALGICA. MEDICO DI MEDICINA GENERALE: Cento-Fe, frazione Casumaro e Reno Centese.

NOVITA’ E PROGRESSI NELLA DIAGNOSI E NELLA TERAPIA DELL’ACUFENE.


CLICCARE LA DIAGNOSI E TERPIA DELL’ACUFENE

DIAGNOSI E TERAPIA DELL\’ACUFENE.

IMG_2339

Lascia un commento

Archiviato in OTORINOLARINGOIATRIA.

ROSOLIA IN GRAVIDANZA.


CLICCARE SUI TITOLI SOTTO, PER LEGGERE GLI ARTICOLI.

ROSOLIA E VACCINAZIONI.

LA ROSOLIA IN GRAVIDANZA.

ROSOLIA E GRAVIDANZA.

Ristorante Enrico IV - Pau - Francia.

Se la Rosolia viene contratta da una donna durante la gravidanza, tutti gli organi e i tessuti fetali sono coinvolti: il virus infatti passa attraverso la placenta e, per questa via infetta il feto. Gli effetti possono essere molto gravi: aborto spontaneo; morte intrauterina del feto; malformazioni e lesioni di tipo infiammatorio, principalmente a carico del sistema nervoso, dell’apparato cardiocircolatorio, degli organi di senso, con ritardato sviluppo fisico e psichico (sindrome da rosolia congenita=SRC).

Il rischio di avere gravi malformazioni nel feto quando la rosolia viene contratta in gravidanza è massimo nel primo trimestre (85% nelle prime 8 settimane, 52% della nona alla dodicesima settimana di gestazione), mentre le infezioni contratte dopo la ventesima settimana raramente provocano malformazioni congenite.

Le donne che intendono intraprendere una gravidanza, non vaccinate o non immuni in seguito alla malattia, dovrebbero sottoporsi, prima del concepimento, a una ricerca degli anticorpi antirosolia ed eventualmente alla vaccinazione (il test è offerto gratuitamente secondo il Decreto ministeriale 10 settembre 1998 per la tutela della maternità).

La vaccinazione è controndicata durante la gravidanza.
Le donne in età fertile (di età compresa tra 15 e i 44 anni) che si sottopongono a vaccinazione, devono evitare il concepimento per un mese.

La presenza di anticorpi della classe IgG nel campione è segno. di un’infezione avvenuta nel passato e quindi, di immunità nei confronti di infezioni successive, mentre la presenza di anticorpi della classe IgM indica un’infezione in atto.
Se nel campione non si riscontrano anticorpi, è necessario ripetere l’esame a distanza di circa un mese. La positività nel secondo campione è segno di infezione recente o in atto; se anche il secondo campione risulta negativo, il test deve essere nuovamente ripetuto dopo 6 settimane dall’esposizione al contagio. La persistenza della negatività indica che l’infezione non è avvenuta.

1 Commento

Archiviato in GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO.

LA TOXOPLASMOSI IN GRAVIDANZA.


CLICCARE LA TOXOPLASMOSI IN GRAVIDANZA

LA TOXOPLASMOSI IN GRAVIDANZA.

IMG_4700

BEIRUT.

Lascia un commento

Archiviato in GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO.

PARAFARMACI IN OTORINOLARINGOIATRIA.


TUTTI I FARMACI E I PARAFAMACI VANNO ASSUNTI DOPO UNA PRESCRIZIONE DEL VOSTRO MEDICO.

ACQUA DI SIRMIONE: E’ un acqua naturale sulfurea salsobromoiodica, il che significa che contiene una rilevante quantità di zolfo, sodio, bromo e iodio. Le sue proprietà antinfiammatorie, immunostimolanti, fluidificanti ed anticatarrali la rendono adatta alla detersione quotidiana delle secrezioni catarrali del naso e della gola. Infatti, l’applicazione dovrebbe decongestionare le mucose e sciogliere il catarro, facilitandone l’espulsione. Per questo è indicata sia per la pulizia quotidiana del naso e della gola che in caso di raffreddori o mal di gola.

ABIOSTIL: Soluzione per disinfettare le mucose nasali.
A cosa serve? Come disinfettante nasale nei casi di ferite o croste infette. In post-opertaorio dopo interventi al setto nasale. Nei casi di foruncolosi. Dopo le caustiche come cicatrizzante. Per sciogliere le secrezioni mucoidi.
I suoi componenti:
Neomicina solfato, Eucaliptolo, Pino Silvestre, Canfora, Mentolo, Clorobutanolo – Eccipienti: Silice precipitata, Paraffina liquida e vaselina bianca.

  • Neomicina: antibiotico aminoglicosolodici, presneta una rapida azione battericida e diffonde velocemente attraverso le membrane dei gram-negativi. Quindi, risulta attiva nei confronti di molti batteri gram-negativi: Escherichia Coli, Haemophilus influenzae, Proteus, Salmonella e molti altri.
    La Neomicina viene usata per infezioni batteriche superfivcilai della cute, oculari e nasali.
  • Pino Silvestre: da esso si ottiene, per distillazione, un olio essenziale, ricco di monoterpeni, che ha azione balsamica, sedativa della tosse ed antinfiammatoria.

Quando si usa Abiostil?

  • per rimuovere le formazioni crostose e disinfettare il naso dei bambini,
  • In ORL nelle medicazioni ambulatoriali come cicatrizzante disinfettante e negli ospedali…

Posologia:

  • Bambini: è controindicato nei bambini al di sotto di 2 anni con predisposizione a laringosapsmo e allle convulsioni e deve essere usato con precauzione nei bambini anche di età superiore.
    porre l’unguento per una applicazione al dì massaggiando la narice.
  • Adulti: porre l’unguento per 2 applicazioni al dì.

ACUVEL BUSTE: in caso di acufeni. 1 busta al die la sera prima di coricarsi: coenzima Q10, Vitamine B1, B2, B6, B12 ed E, colina, melatonina, Lactium ed estratto di Ginkgo Biloba

ANAURAN GOCCE AURICOLARI:
Polimixina B solfato + Neomicina solfato + lidocaina cloridrato.
Otiti acute e croniche.

DESALFA GOCCE OTOLOGICHE: Desametasone + neomicina solfato.
E’ indicato per il trattamento delle infezioni batteriche superficiali delle cavità nasali e paranasali, o del condotto uditivo esterno o del padiglione auricolare sensibili alla neomicina.
agitare il flavone prima dell’us0: 4 gocce anche 4 volte al die.

DOBREX GOCCE:
Glicerina… Per l’eliminazione del tappo di cerume e per l’igiene dell’orecchio dei bambini, anziani, portatori di protesi acustiche, praticanti sport acquatici e soggetti con eccessiva secrezione del canale auricolare.

CALYPTOLO INALANTE:
Una fiala da 5 ml contiene: eucaliptolo 0.250 g, trepineolo 0.025 g, essenza di pino 0.050 g, essenza di timo 0.050 g, essenza di rosmarino 0.050 g.
Quando è sciolta in acqua molto calda (dopo averla allontanata dalla fonte di calore), Calyptol inalante svolge rapidamente i vapori medicamentosi che agiscono liberando il naso chiusoo, decongestionando le prime vie respiratorie.
Frizione toracica: con garza imbevuta di Calyptol, praticare una frizione leggera di tutto il torace.
Nessuna controindicazioni in gravidanza e allattamento.

Calyptolo inalante è solo per uso esterno, non va iniettato né deglutito.

CERULISINA:
Soluzione otologica, per rimuovere il tappo di cerume. Contiene dimetilbenzene e olio di mandorle dolci. Controindicazioni: (otiti, timpano perforato).

CERULISINA FAST SPRAY AURICOLARE: E’ una soluzione isotonica di acqua di mare appositamente studiata per la pulizia e la detersione del canale auricolare. Particolarmente indicata per chi pratica sport acquatici e soggetti con eccessiva secrezione ceruminosa. Utilizzare secondo la necessità, anche più volte al giorno.

MEDIFLOX GOCCE AURICOLARI: Ciprofloxacina cloridrato monoidarto + Idrocortisone.
Otite esterna acuta di origine batterica, in assenza di perforazione del timpano.
Adulti e bambini sopra i 2 anni: instillare 3 gocce x 2 volte/die.

NASOCLEAN BOMBOLE – FLACONI – MONODOSE: Acqua di Tabiano, rinodetergente (sinusite, rinite, otiti). Per l’igiene nasale quotidiana.

IMG_3980

SALISBURGO.

OLIO GOMENOLATO gocce per uso rinologico 1% bambini e 2% adulti: Niaouli essenza. svolge un’azione antisettica e fluidificante delle secrezioni mucose, nelle flogosi delle vie aeree superiori, in particolare negli stati congestizi della mucosa nasale. 2-3 gocce per narici più volte al giorno.

ORASEPTIC COLLUTORIO: ESETIDINA, antibatterico, antifungino: gengivite, afte e stomatite

OTOBRAIN: CP di vitamina A, C e E, estratto di ginkobiloba; in caso di vertigine e tinniti (ronzio auricolare) soprattutto di origine vascolare ed involutiva: 1 x 2 al die, poi 1 cp di mantenimento.

OTOFISK: CPS di ginko biloba, acido alfa-lipoico e trans resveratrolo: acufeni 1 o 2 cps al die prima dei pasti.

PEVARYL LATTE: Econazolo nitrato, micosi del condotto uditivo esterno

PRODEFENS Sciroppo e compresse: è un integrataore alimentare a base di N- aceticisteina ed estratti vegetali (Propoli; Echinacea, Uncaria, apporto di polifenoli e apporto di alcaloidi) per il potenziamento delle difese dell’organismo nei confronti di agenti esterni. 1 misurini da 15 mg x 3 v/die o 1 cp. x 3 v/die.

RINOGEL UNGUENTO NASALE: Tubo da 10 ml.
I prodotti naturali di Rinogel si integrano con il film acquoso presente sulla mucosa nasale offrendo una maggiore protezione nei confronti degli agenti esterni (inquinamento, polveri, allergeni) e favoriscono il ripristino della funzioanlità stessa. I componeneti di RINOGEL consentono il ripristino della funzione fisiologica della mucosa nasale:
L’estartto idroalcolico di pianta fresca di foglie di olivo (Olea Europea) possiede un’azione lubrificante ed emolliente inoltre ha un’azione prottetiva dagli agenti esterni.
Il retinolo acetato (VIT A) ha un’azione antiossidante coadiuvante la riepitelizzazione.
Il Tocoferolo acetato (VIT E) ha un’azione antiossidante in grado di coadiuvare la stabilizzazione della membrana cellulare.
L’olio essenziale di eucaliptus e di menta piperita migliorano la gravedolezza all’applicazione.
Indicazioni: Protezione e mantenimento dell’idratazione della mucosa nasale facilitando il ripristino delle funzionalità, coadiuvante la riepitilizzazione, lubrificante ed emolliente nei casi di:
secchezza nasale,
irritazione della mucosa,
Può essere utilizzato per prevenire la formazione di croste, dopo interventi chirurgici………..

RINSOTIL GOCCE: Soluzione per rimuovere le forme crostose, decongestionare i seni nasali e paranasali in caso di rinite.
Olio di vaselina e olii essenziali balsamici:

  • La vaselina è una miscela pastosa inodore semisolida d’idrocarburo, il punto di fusione si colloca appena sotto i 37°, l’aspetto è incolore oppure giallo opalescente. Non ossida se esposta all’aria e non reagisce prontamente a contatto con gli agneti chimici.
    L’olio di vaselina è: umidificante della mucosa nasale; utile per sciogliere i rapprendimenti crostosi; utile come pulizia nasale, utile come lubrificante.
  • Olio essenziale di Eucalipto: è analgesico, antisettico genrale (in particolare delle vie respiratorie ed urinarie), decogestionante, espettorante.
  • Mentolo: previene le infezioni, è anche un germicida, utile anche per il virus delll’Herps simplex labiale.
  • Timolo: ha una funzione prettamente antisettica.
  • Clorobutanolo: disinfettante, antiprurito.

Come agisce Rinostil?

  • Come decongestionante nasale in caso di riniti.
  • Come ammorbidente delle mucose per le forme crostose.
  • Come migliorativo della respirazione sia nelle post rino-setto plastiche che nei soggetti anziani.
  • Come migliorativo della respirazione per i soggetti allergici (terapia di mantenimento topica in aggiunta ad un antistaminico nelle riniti allergiche)
  • Come migliotrativo della respirazione nei casi di cattiva respirazione notturna.

Posologia:

  • Bambini: 2 -3 gocce per 2 volte/d’
  • Adulti 7 -8 gocce 3 volte/dì.

RINOSTIL GEL: Soluzione per riepitelizzare, cicatrizzare, decongestionare e lubrificare le mucose nasali. E’ composto da olio di Melaleuca, Centella Asiatica, Aloe e betacarotene.

  • Olio di Melaleuca: Il tea tree è un arbusto originario dell’Australia. Pare che il nome “Albero del tè” gli sia stato attribuito dal capitano Cook, il quale, sbarcato con i marinai al suo seguito nel continente Australiano, bevve, come tè, una bevanda calda preparata con le foglie di questa pianta.
    Gli aborigeni, da secoli conoscevano le proprietà curative ed antisettiche del tea tree che utilizzavano per curare le ferite, piaghe, ulcere e per tenere lontani parassiti e termiti. Recenti studi scientifici hanno messo in luce le grandi potenzialità di questo olio essenziale: antifungine, antisettiche e d antivirali.
  • Aloe: in grado di favorire la cura delle ferite; l’Aloe è in grado di penetrare all’interno dei tessuti offesi, di alleviare il dolore, di agire da antinfiammatorio, di dilatare i capillari, aumentare l’afflusso di sangue alla parte danneggiata. I principi attivi dell’Aloe sono costituiti da antrachinoni, principalmente dei C-glicosidi, in particolare barbaloina, che è un glucoside dell’aloe-emodina.
  • Centella Asiatica: esplica un’attività vasotonica, trofico-cicatrizzante. Le foglie della Centella Asiatica sono ricche di una frazione triterpenica che: migliora la funzionalità venosa tonificando le pareti vasali, diminuendo la stasi venosa e favorendo il ritorno venoso dalla periferia al cuor; produce una migliore vascolarizzazione, favorendo la riparazione dei tessuti sia per via interna che esterna.
  • Betacarotene: diversamente della vitamina A, è un antisosidante che combatte le sostanze cancerogene. Il betacarotene è necessario per la corretta crescita e riparazione dei tesuti corporei; aiuta a mantenere la pelle liscia, morbida e sana; aiuta a proteggere contro gli agenti inquinanti.

Quando si può utilizzare il Rinostil gel:

Come decongestionante nasale:

  • In post-operatorio dopo interventi al setto nasale come riepitelizzante e cicatrizzante.
  • Nei casi di foruncolosi.
  • Durante i trattamenti con i farmaci cortisonici per ricostruire il tessuto della mucosa nasale.
  • Per lubrificare le fosse nasali e per umidificale.

Quando si consiglia Rinostil Gel?

  • In ORL in tutte le forme in cui si vogliono disinfettare i seni paranasali ed avere un’azione antimicrobica ed antibatterica.
  • In ORL nelle medicazioni ambulatoriale come decongestionante.
  • In pediatria come decongestionante senza vasocortrittori.

Come si usa?

  • Bambini: 3-4 applicazioni/dì per una settimana.
  • Adulti: 4-5 applicazioni/dì per una settimana.

RINOTRICINA GOCCE NASALI: Trinotricina-Timolo-Glicole propilenico. Terapia topica delle riniti e sinusiti di origine batterica.
2-4 gtt. in cisacuna narice per 3-4 volte/dì.

PRAGA.

SINUCLEAN spray nasale: soluzione indicata per favorire l’eliminazione del muco-pus che ristagna nei seni paranasali a seguito di sinusite (acuta, cronica) ed altri affezioni nasali.
Contiene: succo di Ecballium Elaterium, acqua depurata, Eucaliptolo, Aroma menta, Metiparaidrossibenzoato, Propilparaidrossibenzoato.
Il prodotto applicato in prossimità delle fosse nasali in micro gocce, esercita una forte azione di attrazione del muco-pus presente nei seni paranasali favorendone l’espulsione e liberando le narici.
E’ inutile la somministrazione del prodotto in assenza di muco-pus nei seni paranasali.
Effettuare 3-4 erogazioni spray per narice; da ripetere 2 volte/die per 3-6 giorni. In caso di eccessiva starnutazione, dopo la prima applicazione, è consiglaibile ripetere il trattamento dopo circa 15 minuti.
Non interferisce con i farmaci propri della cura delle affezioni rinologiche.
Non deve essere somministarto a bambini di età inferiore a 6 anni e donne in gravidanza. Il prodotto dopo apertura è utilizzabile per 60 giorni.
Effetti indesiderati: segni di irritazione e congestione della mucosa nasale, con temporanea (per una durata di 3 ore) sensazione di naso chiuso e starnutazione frequente. Rinorrea e irritazione delle fauci.
Raramente il sovradosaggio può determinare l’insorgenza di febbricola (solo per 3-4 ore).

SIRMIOGEL: E’ un gel nasale con il 100% di acqua di Sirmione, per la prevenzione delle irritazioni della mucosa nasale. Le sue propietà lenitive ed umettanti lo rendono adatto in caso di secchezza nasale, riniti croniche e/o allergiche. Attenua la sensazione di secchezza e bruciore del naso dovuta a raffreddore prolungato, ripristina l’umidità ottimale prevenendo la secchezza nasale.

TOBRAL OTO: Tobramicina 0.3%.
otite acuta e cronica.
Instillare nel condotto uditivo esterno 4 gocce x 3 volte/die.

TOBRADEX OTO: Tobramicina + desametazone micronizzato.
è indicato nel trattamento del condotto uditivo esterno e dell’orecchio medio.
4 gocce x 3 volte/die.

WET GEL NASALE: Gel a base di Hyaff (estere dell’acido ialuronico, pH=6). Idratazione della mucosa nelle situazioni di secchezza nasale.

Xerotin Umettante Artificiale: è uno spray fisiologico, senza gas repellenti che consente di umidificare le mucose della bocca, lingua e gola, mantenendole idratate per circa 1-2 ore.
Xerotin può essere impiegato come integratore della saliva in tutti i casi in cui l’insalivazione causa inaridimenti della mucosa orale (xerostomia):

  • da terapia farmacologica: antidepressivi, antistaminici, anticolinergici, ecc…
  • a seguito di interventi chirurgici che interessino la cavità orale e/o le ghiandole salivari,
  • nel corso di interventi radioterapici,
  • disfunzione delle ghiandole salivari,
  • per il mantenimento delle igiene orale nelle unità di terapia intensiva.

spruzzare il prodotto nella mucosa orale e nella faringe, particolarmente nelle cavità molari e sottolinguali.
Il prodotto può essere ripetuto durante la giornata, è atossico.

YALPAC: sospensione orale, afte, stomatiti e gengiviti… acido ialuronico, si può deglutire.

2 commenti

Archiviato in OTORINOLARINGOIATRIA.

NOTA 89-AIFA.


La prescrizione a carico del SSN è limitata alla segeunte condizioni:

  • pazienti affetti da patologie su base allergica di grado medio e grave (rinocongiuntivite allergica stagionale, orticaria persistente non vasculitica) per trattamenti prolungati (superiori ai 60 giorni, 2 mesi).

Principi attivi:

Antistaminici:

  • ARCIVASTATINA: Semprex 8 mg
  • CETRIZINA: Formistin – Virlix – Zirtec cpr riv 10 mg e 10 mg/1 ml gocce orali soluz. Flac. 20 ml
  • DESLORATADINA: Aerius – Allex – Azomyr – Neoclarityn e Opulis 20 cpr riv 5 mg.
  • EBASTINA: CleverKestine 30 cpr riv 10 mg.
  • FEXOFENADINA: Telfast 20 cpr riv. da 120 e 180 mg.
  • KETOTIFENE FUMERATO: Alleal – Chetofen – Chetofitene e Zaditen 15 cpr 2 mg R.P. e Flac. scir. 200 ml.
  • LEVOCETRIZINA DICLORIDRATO: Xyzal 20 cpr 5 mg.
  • LORATADINA: Alorin – Clarityn e Fristamin 20 cpr. da 10 mg, Calrityn e Fristamin 20 cpr. effer. 10 mg e 1 mg/ml scir. Flac. 100 ml.
  • MIZOLASTINA: Asolergyl – Mizollen e zolistam 20 cpr. da 10 mg.
  • OXATOMIDE: Tinset 30 cpr. da 30 mg e 2,5% gocce orali, sosp. 1 Flac. 30 ml.
  • PROMETAZINA: Farganesse 20 conf. 25 mg. e IM 5 fiale 2Ml/50MG.
  • TARFENADINA: Allerzil 30 cpr. 60 mg.

Le malattie allergiche costituiscono un serio problema sanitario sia per il costante e continuo incremento epidemiologico in Italia (i dati ISTAT SI ATTESTANO ATTUALMENTE SUL 20% dell’intera popolazione), sia per i risvolti farmaco-economici: i costi per il trattamento e le assenze lavorative e scolastiche. Le forme perenni alterano significativamente la qualità di vita, addiritura tanto quanto l’asma lieve e moderata.

La rinite e la rinocongiuntivite allergica rappresentano il più importante fattore di rischio per lo sviluppo di asma bronchiale e spesso le due patologie sono associate. Un non adeguato trattamento delle vie aeree superiori comporta un insuccesso terapeutico nel paziente asmatica. Per questi motivi la rinite allergica deve essere considerata una patologia importante sia per le sue caratteristiche di cronicità sia per il fatto di essere un fattore aggravante l’asma. A tale proposito deve essere sottolineato lo stretto legame esistente tra la rinite allergica e la patologia asmatica: questo nesso è talmente cruciale che l’OMS ha stilato un documento che valuta appunto l’impatto della rinite allergica sull’asma (ARIA document “Allergic Rhinits and its impact on Asthma”). Da tale documento emerge il concetto che la rinite allergica è caratterizzata da un processo infiammatotio strettamente dipendente dall’esposizione all’allergene causale, anche in assenza di sintomi. Si evince inoltre, che un trattamento ottimale alla rinite allergica può prevenire l’insorgenza di asma o migliorare l’asma coesistente. Il documento RIA  ha anche rivisitato la classificazione e i protocolli terapeutici della rinite allergica. La nuova classificazione è basata sulla durata di sintomi e prevede due forme:

  • intermittente e persistente. La seconda è caratterizzata dalla presenza di sintomi rinitici per più di quattro giorni alla settimana e per più di quattro settimane consecutive. A seconda dell’impatto sulle attività del soggetto, del senso di fastidio e delle ripercussioni sul sonno, la rinocongiuntivite allergica è riclassificata in base all’intensità dei sintomi in lieve e moderata grave. Il trattamento pertanto deve esssere differenziato a seconda della forma e della gravità. Tale trattamento deve essere indirizzato verso obiettivi prioritari: l’antagonismo degli effetti indotti sugli organi bersaglio e la riduzione dell’accumulo delle cellule infiammatorie attivate. In questa ottica, l’istamina costituisce il più importante mediatore patogenetico..
IMG_3197

SYRINE.

Gli antistaminici sono farmaci che esplicano il loro ruolo con differenti meccansismi tra i quali il principale è il blocco del recettore H1 per l’istamina. I farmaci di seconda generazione possiedono proprietà farmacologiche aggiunte che differsicono tra le diverse molecole. In vitro, sono in grado di bloccare il rilascio di mediatori da basofili e mastociti. Possono avere anche un effetto antinfiammatorio.

Gli antistamnici di seconda generazione si sono dimostrati più efficaci e accompagnati da minor effetti collaterali di sedazione rispetto a quelli di prima generazione, nonché da migliore compliance (monosomministrazione).

Nell’orticaria acuta e cronica sono efficaci sintomatici. Sono in grado di ridurre il numero, la dimensione e la durata delle lesioni cutanee negli episodi di orticaria. Nell’orticaria cronica si ottengono risultati migliori nella somministrazione continua rispetto a quella intermittente al bisogno. Nei casi di orticaria vasculitica la risposta agli antistaminici non è ottimale. Nella dermatite atopica non hanno effetto sul decorso della malttia.

Le attuali evidenze non supportano l’uso di antistaminici nella terapia dell’asma. Gli antistaminici non sono indicati nel raffredore comune sia in monoterapia sia associati a decongestionanti.

Caty - Vienna.

Cliccare il link sotto.

RINITE VASOMOTORIA.

Lascia un commento

Archiviato in NOTE AIFA

LES EPICONDYLALGIES.


CLIQUER SUE LES EPICONDYLALGIES

LES EPICONDYLALGIES.

IMG_4104

AUTRICHE.

Lascia un commento

Archiviato in COUDE.

QUELQUES CONSEILS DE POSTURES AUX PATIENTS.


CLICQUER SUR CONSEILS DE POSTURES POUR LIRE L’ARTICLE

CONSEILS DE POSTURES POUR LES PATIENTS.

IMG_1223

MONTMARTRE-PARIS.

Lascia un commento

Archiviato in EXERCISES DE STRTCHING.