INSUFFICIENZA RESPIRATORIA E OSSIGENOTERPIA.


INTRODUZIONE

L’ossigenoterapia consiste nella somministrazione di ossigeno (O2) in concentrazione maggiore di quella presente nell’aria ambiente, allo scopo di trattare o prevenire i sintomi dell’ipossiemia arteriosa.
Questa terapia può essere applicata sia in situazioni di acuzie, per il periodo necessario a superare l’evento acuto, sia a lungo termine, quando esiste una grave ipossiemia cronica stabilizzata.
I benefici della ossigenoterapia a lungo termine (OTLT) sono stati chiaramente documentati per la BPCO, mentre per le rimanenti malattie broncopolmonari l’evidenza di efficacia risulta meno forte.

L’insufficienza respiratoria (IR), è la complicanza più frequente delle riacutizzazioni di BPCO che necessitano di ricovero ospedaliero. L’indagine principe per la diagnosi di (insufficineza respiratoria) IR è l’emogasanalisi arteriosa (EGA) il cui referto deve sempre riportare la FiO2 o il flusso di O2 a cui è stata eseguita.
Si parla di IR in presenza di PaO2 <60 mmHg, che può essere accompagnato da incremento della PaCo2 (ipercapnia, PaCO2 >45 mmHg) e da acidosi respiratoria (pH <7.35).

i valori normali dell’EGA sono i seguenti:

  • pH:  7.35-7.45
  • PaO2: > 80-100 mmHg, (i valori fisiologici diminuiscono con l’età; sottrare 1 mmHg da 80 mmHg per ogni anno di età sopra i 60 anni e fino a 90 anni (Fischbach e Dunning, 2006).
  • PaCO2: 35-45 mmHg
  • HCO3: 22-26 mEq/L
  • SaO2: Saturazione di ossigeno >95%
  • Eccessi o deficit delle basi (BE+/BE-): +/-2 mEq/L
  • tHb: 11-17 g/dL
  • Na+: 135-145 mEq/L
  • Cl-: 95-105 mEq/L
  • K+: 3.50-4.50 mEq/L
  • Ca++: 4.49-5.29 mEq/L
  • Glucosio: 60-110 mg/dL
  • Lattato: 0.3-1.3 mEq/L

INDICAZIONI ALLA OTLT

Indicazioni assolute:

  1. IRC in fase stabile con trattamento farmacologico ottimale che presenti valori di PaO2 <55 mmHg o SaO2 ≤88%, non modificabile con altre risorse terapeutiche.
  2. IRC in fase stabile con trattamento farmacologico ottimale che presenti PaO2 compresa fra 55 e 60 mmHg e coesistenza di almeno uno dei seguenti fattori aggiuntivi:
    – policitemia (ematocrito >55%);
    – cuore polmonare cronico o segni di ipertensione arteriosa polmonare;
    – segni di sofferenza ipossica tissutale (edemi periferici da scompenso cardiaco destro, peggioramento dello stato mentale);
    – cardiopatia ischemica.

L’adesione ai criteri prescrittivi va confermata a distanza di tempo dalla rilevazione iniziale. In particolare, l’emogasanalisi (EGA) deve essere ripetuta dopo un mese; un successivo controllo a 3 mesi permetterà di confermare o revocare la prescrizione di OTLT.

Indicazione relative:
Nei pazienti che presentano desaturazione ossiemoglobinica intermittente, la OTLT è indicata nelle seguenti condizioni:

  1. Sonno: quando la Saturazione Ossiemoglobinica (SpO2) si mantiene al di sotto del 90% per almeno il 30% del tempo di registrazione nel corso di un monitoraggio notturno della durata di almeno 6 ore, e quando il monitoraggio notturno durante ossigenoterapia evidenzia un significativo miglioramento dell’ipossiemia (SpO2 ≥90% per 80% della registrazione);
  2. Esercizio fisico: quando vi è il riscontro pulsossimetrico di desaturazione ossiemoglobinica durante esercizio, confermata mediante EGA arteriosa (PaO2 <55 mmHG); la somministrazione di ossigeno (O2) durante test del cammino deve innalzare stabilmente SpO2 al di sopra del 90%.

TEMPO DI UTILIZZO DELL’OTLT

La OTLT deve essere attuata per almeno 18 ore al die nei pazienti ipossiemici stabili; i benefici aumentano proporzionalmente al tempo di assunzione, cosicchè è preferibile che esso sia prossimo alle 24 h/die.
Tenuto conto del fatto che la pressione arteriosa polmonare aumenta dopo 2-3 ore di sospensione dell’ossigenoterapia, le interruzione quotidiane del trattamento non dovrebbero superare tale durata.
Sono pertanto proponibili le seguenti durate minime di utilizzo quotidiano:

  • ipossiemia continua: >18 h/die, preferibilmente prossima alle 24 h (specie in presenza di ipertensione polmonare);
  • ipertensione notturna: >6 h/die.

VERONA

PALERMO

SIENA

Lascia un commento

Archiviato in OSSIGENOTERAPIA

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...