L’ESAME MORFOLOGICO DELL’URINA.


Dra. Teresa Ramos Hernández, Servicio de Bioquímica Clínico,
Hospital Universitairo La Paz Madrid, Espana.

L’analisi del sedimendo urinario è la prova specifica di laboratorio per lo studio dei disordini del rene e delle vie urinarie.

1. Condizioni tecniche

Tipi di campioni di urina
L’urina basale corrisponde alla prima minzione della mattina ed è il campione ideale sia per la sua completezza sia per essere un parametro comparabile in tutti i pazienti. A livello universale si raccomanda di eseguire l’analisi entro le due ore successive alla raccolta, poichè a partire da questo momento si possono avere variabili che alterano i risultati analitici.

Standarizzazione del sedimento
……Attualmente con il nostro metodo, si raccoglie l’urina in un tubo di plastica di 10 mL, si analisa l’urina qualitativamente con un apparecchio automatico per urina e successivamente si centrifuga a 1500 r.p.m per 5 minuti. Fin qui l’operazione è facile, a partire da questo momento ci sono tre punti importanti per la preparazione del sedimento:

  • Volume del sedimento
  • agitazione e mescolamento
  • analisi microscopica dei risultati.

2. Elementi particolari del sedimento urinario

Cellule epiteliali:

  • pavimentose o spaumose
  • di transizione
  • renali
  • neoplastiche

Cellule ematiche:

  • leucociti
  • emazie

cellule epiteliali pavimentose o spaumose
Provengono principalmente dell’uretra e della vagina. Si riconoscono facilmente per essere di grandi dimensioni, piatte e di forma irregolare; contengono nuclei centrali piccoli e abbondante citoplasma con margini frequentemente piegati.

Cellule epiteliali di transizione o urotelio
Sono quelle che rivestono il tratto urinario dalla pelvi fino alla parte prossimale dell’uretra. Sono sa due a quattro volte più grandi dei leucociti. Possono essere rotonde, piriformi o con processi appendicolari, con citoplasma grande e nucleo mediano centrale. La loro presenza in piccole quantità può considerarsi normale; un aumento di queste cellule può essere messo in relazione con cause urologiche diverse:

  • processi infiammatori non specifici (infezioni)
  • processi infiammtori non specifici (cistite interstiziale allergica)
  • processi irritativi (sonde, calcoli)
  • processi traumatici (esplorazioni)

Cellule epiteliali del tubulo renale
Le cellule del tubulo renale sono leggeremente più grandi dei leucociti; possono avere un nucleo grande e arrotondato che occupa i 2/3 del citoplasma.
Le malattie che più frequentemente si associano con un aumento di queste cellule nel sedimento sono sia di origine renale che infettiva:
Renale: glomerulonefriti, nefriti tubulari di origine tossica, iatrogena o ereditaria.
Infettive: pielonefriti, tubercolosi renale.

Cellule maligne
La comparsa di una serie di cellule con alterazione nucleo/citoplasma e una distribuzione irregolare della cromatina, deve allarmare l’analista e informarlo della presenza di queste cellule. Questa analisi non si realizza mai a fresco, ma per tecniche specifiche (colorazione di Papanicolau).

Cellule ematiche
Due elementi cellulari isi trovano normalmente nell’urina, benchè in minima proporzione: leucociti ied emazie.
L’aumento del numero di qualunque di queste cellule nel sedimento è sempre patologico e indica alterazioni che possono correre in tutta la lunghezza del tratto urinario.

Emazie
La presenza di emazie nell’urina è consociuta col nome di ematuria. E’ un reperto frequente, la maggior parte delle volte solitario: si può diagnosticare l’origine attraverso la competenza di uno specialista.
Carattreristiche microscopiche

CONTINUA

 

 

 

Lascia un commento

Archiviato in UROLOGIA.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...