VIVERE CON LA SINDROME DELLE GAMBE SENZA RIPOSO: RESTLESS LEGS SYNDROME.


E’ AFFETTO/A DELLA SINDROME DELLE GAMBE SENZA RIPOSO O RESTLESS LEGS SYNDROME (RLS)?

  1. Quando sta seduto/a o disteso/a, ha il bisogno di muovere le gambe (un bisogno così forte da diventare irrefrenabile)?
  2. Il bisogno di muovere le gambe è associato a una spiacevole sensazione nelle gambe (smania, fastidio)?
  3. Questa sensazione spiacevole e il bisogno di muoversi si manifestano durante i periodi di riposo o inattività?
  4. Questi sintomi si alleviano con il movimento delle gambe?
  5. Le sensazioni e il bisogno di muoversi le danno più fastidio di sera e di notte che durante il giorno, specialmente quando è coricato/a?
  6. Ha spesso difficoltà ad addormentarsi o a mantenere il sonno?
  7. La persona che dorme con lei le riferisce che lei agita le gambe mentre dorme; le capita di avere degli scatti involontari con le gambe quando è sveglio/a prima di addormentarsi?
  8. E’ spesso stanco/a o ha difficoltà di concentrazione durante il giorno?
  9. Ha dei familiari che provano lo stesso bisogno di muoversi e le stesse sgradevoli sensazioni alle gambe?
  10. Le analisi mediche effettuate non hanno rilevato la causa del bisogno di muoversi e delle sensazioni che prova?

RESTLESS LEGS SYNDROME FOUNDATION
Rochester, Minnesota
rlsfoundation@rls.org
www.rls.org

Questo disturbo neurologico può colpire tra il 5 e il 10% della popolazione. Molte persone sono affette da una forma lieve della malattia, ma la sindrome delle gambe senza riposo pregiudica gravemente la vita di milioni di individui.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI DELLA SINDROME DELLE GAMBE SENZA RIPOSO (RLS)

Gli adulti affetti dalla RLS soddisfano tutti e quattro i principali criteri di diagnosi qui descritti.

  • Il sintomo principale della RLS è il forte bisogno di muovere le gambe, bisogno che può diventare irrefrenabile. Questo impulso di solito è associato a sensazioni spiacevoli, descritte frequentemente come qualcosa che si muove in profondità nelle gambe.
    Queste sono sensazioni generalmente molto sgradevoli, che in una minoranza dei soggetti possono essere associate a dolore. Formicolio, prurito, crampi, scosse, smania, fastidio sono alcune delle parole che descrivono queste sensazioni. Quando si manifestano, questi disturbi sono associati all’impulso di muoversi; tuttavia, molti pazienti non riportano alcuna sensazione se non il bisogno di muovere le gambe. (Talvolta i sintomi possono estendersi anche alle braccia e raramente ad altre parti del corpo).
  • I sintomi della RLS si manifestano o peggiorano quando la persona affetta è a riposo. A periodi di riposo più lunghi corrispondono generalmente una maggiore probabilità di insorgenza dei sintomi e una loro intensificazione.
  • I sintomi sono alleviati dal movimento delle estremità interessate. Con il moto, possono scomparire temporaneamente o solo attenuarsi e il sollievo generalemnte inizia non appena il soggetto comincia a muoversi, o poco dopo, e continua per la durata dell’attività motoria. Camminare è l’attività preferita in particolare dai pazienti con i sintomi più gravi. Questa sindroma è solitamente associata a una maggiore attività motoria durante i periodi di riposo e durante il sonno.
  • I sintomi della RLS peggiorano di sera e di notte, specialmente quando l’individuo si corica. (I sintomi RLS che si manifestano sedendosi o coricandosi di mattina non sono gravi come quelli avvertiti dai pazienti sedendosi o coricandosi di sera o di notte).

La malattia delle gambe senza riposo può essere una malattia seria ma curabile. Le persone che pensano di avere la RLS devono rivolgersi a un medico qualificato. La letteratura concernente la RLS distribuita dalla Fondazione “restless legs Syndrome”, incluso questo opuscolo, ha scopi puramente informativi e non deve essere usata in sostituzione del parere del medico. La Fondazione non pubblicizza, avalla o sponsorizza alcun prodotto o sevizio.

CARATTERISTICHE CORRELATE CON LA SINDROME DELLE GAMBE SENZA RIPOSO

I sintomi della RLS possono far si che i soggetti abbiano difficoltà ad addormentarsi o a mantenere il sonno. Circa l’80% delle persone affette da questa malattia presenta anche movimenti periodici degli arti inferiori durante il sonno, che si manifestano di tanto in tanto durante la notte generalemnte come scatti ogni 20-30 secondi, spesso causando risvegli parziali (microrisvegli) che disturbano il sonno.

Poichè è possibile che lei abbia difficoltà ad addormentarsi o a mantnere il sonno di notte, è probabile che si senta insolitamente stanco/a o che abbia difficoltà a concentrarsi durante la giornata. La deprivazione cronica del sonno e gli effetti sulla sua abilità di concentrarsi possono influire sulle sue capacità lavorative e sulla sua partecipazione ad attività sociali, a passatempi e ad attività ricreative, oltrechè provocare sbalzi di umore che possono interferire con i suoi rapporti interpersonali.

CAUSE

La causa della RLS è ancora oggetto di ricerche e le risposte sono ancora limitate. tuttavia crediamo che questa malattia possa avere cause diverse, probabilmente concomitanti.
La sindrome spesso colpisce persone della stessa famiglia. Attualmente, i ricercatori stanno identificandoil gene o i geni che possono essere responsabile di questa forma di malattia, conosciuta come RLS primaria o ereditaria.
La sindrome delle gambe senza riposo può essere causata da un’altra malattia, la cui presenza ne causa il peggioramento. Questa è la RLS secondaria. Il 15% delle donne in gravidanza è colpito da RLS, specialmente durante gli ultimi mesi di gestazione.
Dopo il parto, i sintomi spesso scompaiono. L’anemia e la carenza di ferro nel sangue sono correleate ai sintomi della sindrome delle gambe senza riposo, così come lo sono alcune sindromi croniche quali le neuropatie periferiche (danni ai nervi delle gambe e dei piedi) e l’insuffficienza renale. La letteratura medica recente evidenzia anche una possibile correlazione tra la RLS e i sintomi del disturbo da deficit di attenzione e iperattività dei bambini.
Se nessuno dei suoi familiari ha la RLS e se all’origine del disturbo non vi sono patologie correlate, il tipo di sindrome di cui è affetto/a è denomianto idiopatico, ossia con causa sconosciuta.

PRAGA

PRAGA

ETA’ DI INSORGENZA

Benchè la RLS sia diagnosticata prevalentemente nelle persone di mezza età, in molti individui affetti da questo disturbo, soprattutto nella forma primaria, è possibile risalire a sintomi presenti già nell’infanzia. Questi sintomi possono essere stati inquadrati come dolori di crescita o attribuiti ad iperattività del bambino, che non riusciva a stare seduto tranquillo.

DIAGNOSI

Con i suoi classici sintomi, la sindrome delle gambe senza riposo viene diagnosticata valutando l’anamnesi del paziente. Dopo aver escluso altre patologie che possono essere all’origine dei sintomi, il suo medico può fare la diagnosi di RLS in base alla descrizione delle sensazioni da lei provate. Non esistono analisi di laboratorio che possono confermare la diagnosi. Tuttavia, un esame fisico del paziente, che includa gli esiti delle necessarie analisi di laboratorio, può rilevare disturbi associati e contingenti, come una anemia o una crenza di ferro, che possono essere correlati con la RLS. Alcuni soggetti (inclusi coloro con movimenti periodici degli arti durante il sonno e senza le sensazioni fastidiose della RLS) necesssitano di un esame del sonno effettuato durante la notte, per determinare altre possibili cause dei loro disturbi del sonno.

TRATTAMENTI

L’obiettivo di qualsiasi trattamento medico, incluso quello della sindrome delle gambe senza riposo, è quello di conseguire i massimi benefici con il minimo dei rischi. Pertanto, una corretta strategia terapeutica significa soppesare questi rischi e benfici e iniziare con il trattamento meno rischioso. le terapie a basso rischio includono il trattamento dei sintomi oltre a modificare alcuni comportamenti igienici del sonno.
Se all’origine della sindrome delle gambe senza riposo vi è una carenza di ferro o di vitamine, l’introduzione di supplementi di ferro, vitamina B12 o acido folico (secondo le esigenze) nella dieta alimentare può essere sufficiente ad alleviare i sintomi. Poichè dosi anche moderate di alcuni minerali (quali il ferro, il magnesio, il potassio e il calcio) possono compromettere la capacità dell’organismo di assimilare altri minerali o possono addiritura essere tossiche, è bene usare suppliementi di minerali solo dietro consiglio del medico. Le raccomandazioni attuali includono la verifica della concentrazione di ferritina nel siero (per valutare il livello di ferro immagazzinato nei tessuti) e la prescrizione di supplementi di ferro solo se la ferritina ha un valore inferiore a 50 mcg/l.
L’uso di alcuni farmaci sembra peggiorare i sintomi della RLS. Questi medicinali includono i calcioantagonisti (usati per trattare l’ipertensione e le malattie cardiache), la maggiore parte dei farmaci antinausea, alcuni preparati per il raffreddore e le allergie, i principali tranquillanti, la fenitoina e la maggior parte de medicinali usati per il trattamento della depressione.
Le modifiche comportamentali includono la determinazione, su base individuale, delle abitudini e delle attività che peggiorano o migliorano i sintomi della RLS. Un’alimentazione SANA ED EQUILIBRATA E’ IMPORTANTE PER RIDURRE la gravità DELLA MALATTIA. Benchè il consumo di caffeina inizialmente possa dare l’impressione di alleviare i sintomi, è molto probabile che in realtà si limiti a ritardarli, ossia a manifestarli più tardi nella giornata, e spesso li intensifica. La soluzione migliore è evitare tutti i prodotti a base di caffeina, inclusi il cioccolato, il caffè, il tè e le bibite contenenti caffeina. Per la maggior parte degli individui, il consumo di alcool prolunga la durata o l’intensità dei sintomi; anche in questo caso, astenersi dal consumare bevande alcoliche è la migliore soluzione.
Poichè l’affaticamento e la sonnolenza tendono a peggiorare i sintomi dell’RLS, l’adozione di un programma di igiene del sonno regolare dovrebbe essere il primo passo verso la risoluzione dei sintomi. Si potrebbe inoltre rendere conto che lei ha un sonno più stabile e riposante nella seconda parte della notte; ad esempio, il periodo migliore per lei potrebbe essere dalle 2 DI NOTTE ALLE 10 DI MATTINA. Alcune persone riscontrano l’utilità di esercizi fisici alcuni minuti prima di coricarsi.
Praticare attività che contratstino i sintomi della RLS sembra essere una soluzione molto efficace, benchè temporanea, nel controllo della malattia. Camminare, fare stretching, fare bagno caldo o freddo, massaggiare l’arto interessato, applicare impacchi caldi o freddi, ricorrere a vibrazione, agopuntura e tecniche di rilassamento (come il biofeedback, la meditazione o lo yoga) sono accorgimenti che possono aiutarla a ridurre o ad alleviare i suoi sintomi. Impegnare attivamente la mente con attività quali prendere parte a una discusione stimolante o a un dibattito, fare un ricamo intricato o giocare ai video games può essere di aiuto nei periodi in cui deve restrae seduto/a, come durante un viaggio.
Sfortunatamente, in molti casi i sintomi della RLS non si risolvono con il trattamento dei disturbi associati e con la modifica dello stile di vita, oppure migliorano inizialmente per poi peggiorare nel tempo, rendendo insufficienti questi rimedi. In entrambi i casi, può rendersi necessaria la somministrazione di medicinali (terapia farmacologica).

IGIENE DEL SONNO

L’igiene del sonno in situazioni ideali prevede un ambiente fresco, tranquillo e comodo in cui dormire, andare a letto di sera sempre alla stessa ora, svegliarsi al mattino sempre alla stessa ora, e dormire un numero di ore sufficiente per sentirsi riposati. Alcune persone con RLS trovano che andare a letto e svegliarsi più tardi li aiuta a riposare meglio. Una buona igiene del sonno include anche un programma di regolare e moderato ersercizio fisico durante il giorno. Generalmente, gli esperti del sonno consiglliano di fare esercizio almeno 6 ore prima di andare a letto per evitare qualsiasi influsso negativo sul sonno; tuttavia, molte persone con RLS trovano utile praticare attività fisiche immediatamente prima di coricarsi, come la cyclette o il tapis roulant.

TERAPIA FARMACOLOGICA

In Italia come negli USA non è stato ancora approvato nessun farmaco specifico per il trattamento della RLS, ma vi sono diversi medicinali approvati per altri disturbi che sono oggetto di studi clinici per la RLS. Questi farmaci si dividono in 4 classi principali: agenti dopaminergici, sedativi, antidolorifici e anticonvulsivanti. Ogni farmaco o classe di farmaci ha sia benefici, che rischi ed effetti collaterali. La scelta dipende dal periodo in cui i sintomi si manifestano e dalla loro gravità.

Agenti dopaminergici

Il trattamento principale e di prima scelta dell’RLS consiste negli agenti dopaminergici e principalmente gli agonisti dopaminergici come Mirapexin (pramipexolo), Nopar (Pregolide), Requip (ropinirolo) e Cabaser (cabergolina) ma anche farmaci come il Sinemet (carbidopa/levodopa) e il Madopar (benserazide/levodopa), che provocano l’aumento della dopamina nell’organismo. Benchè gli agenti dopaminergici siano usati per trattare il morbo di Parkinson, la RLS non ha niente a che fare con questa malattia. Tutti questi farmaci devono essere assunti inizialemnete a bassi dosaggi, che vanno aumentati molto lentamente per ridurre i possibili effetti collaterali.
Fra gli agenti dopaminergici, la levodopa (Sinemet, Madopar) è stato il farmaco utilizzato più a lungo ma di recente ha dimostrato di causare un serio problema nella maggiore parte dei pazienti che lo assumono per il trattamento dell’RLS, ossia l’accentuazione dei sintomi della malattia. Se lei prende Sinemet o Madopar, è bene che sia al corrente di questo problema e che lo discuta con il suo medico curante. Inoltre, eviti di prendere la levodopa meno di 2 ore dopo un pasto ad alto valore proteico.

PROGRESSIONE

Quando si verifica una accentuazione o progressione della malattia causato dalla terapia farmacologica (la maggior parte delle volte Sinemet o Madopar), la dose di agente dopaminergico prescritta, le permette sì di alleviare i sintomi in modo da poter dormire di notte, ma le sensazioni agli arti inferiori, il bisogno di muoversi e l’irrequietezza si manifestano più frequentemente, con intensità maggiore e più presto nella giornata (presto la sera, durante il pomeriggio o addirittura in mattinata). La RLS può anche diffondersi in altre parti del corpo, come le braccia.
In caso di progressione, l’aumento della dose di farmaco molto probabilmente peggiora i sintomi, piuttosto che migliorarli. Molte persone colpite da questa progressione devono utilizzare altri medicinali. Eviti, però, di interrompere bruscamente la sua terapia attuale.
Si rivolga invece al suo medico o allo specialista.

SEDATIVI

I sedativi-ipnotici sono i farmaci più efficaci per migliorare i disturbi del sonno associati alla RLS. Sono somministrati al momento di andare a dormire, spesso in associazione a un agente dopaminergico, o per individui che manifestano sintomi principalmente durante la notte. Il farmaco prescritto più di frequente e più efficace è il clonazepam (Rivotril).

ANTIDOLORIFICI

Gli antidolorifici sono prescritti in misura maggiore per pazienti con sintomi gravi e persistenti. Alcuni esempi di farmaci in questa categoria includono la codeina e il tramadolo (Contramal).

ANTICONVULSIVANTI

Questi farmaci sono particolarmente efficaci per alcuni fra i pazienti con forti sintomi diurni, specialmente coloro affetti da una forma dolorosa di RLS o associata neuropatia. Gabapentin (Neurontin) è l’anticonvulsivante che ha mostrato i risultati migliori nel trattamento dei sintomi della RLS. Altri farmaci utlizzati sono la carbamazepina (Tegretol) e l’acido valproico (Depakin).

www.rls.org

The RLS Foundation gratefully
acknowledges the following corporations
as 2003 Gold Level Sponsors.

Boehringer gsK GlaxoSmithKleine Pfizer
Ingelheim

WEEK END IN AUSTRIA.

Cliccare il link sotto.

Syndrome Jambes Sans Repos.

146 commenti

Archiviato in SINDROME DELLA GAMBA SENZA RIPOSO.

146 risposte a “VIVERE CON LA SINDROME DELLE GAMBE SENZA RIPOSO: RESTLESS LEGS SYNDROME.

  1. ferdinando parmeggiani

    Ho sofferto di questa patologia,che peraltro non ho mai curata.Ora da alcuni mesi è scomparsa. Non me ne sono neppure reso conto, è avvenuto progressivamente. Mi sono quindi chiesto se avevo cambiato qualche cosa nel mio stile di vita . L’unica diffrenza è che da alcuni mesi ho preso l’abitudine di fare colazione con una tazza di tè verde. Chissà mai che la soluzione sia così a portata di mano.. Se qualcuno vuole provare, o qualche medico vuole studiare….

    • Sicuramente per questo tipo di patologia, la cura esiste ed è efficace; basta affidarsi al proprio medico di fiducia.🙂

      • paolo 52 anni

        purtroppo questa malattia e poco conosciuta :

        come ho gia anticipato , io ne soffro da 2 anni
        e credo di aver girato i migliori dottori in circolazione
        per ora sto andando acvanti con mirapexin 0,18 +
        liryca +
        elopram
        .
        ma adesso dopo circa un anno che li assimilo …cominciano a non fare piu effetto

    • paolo 52 anni

      dopo 2 anni di rls
      e svariati medicinali
      io comincio oggi con il the verde
      nella speranza che…………………………cominci a stare meglio .
      vi faro’ sapere tra una settimana

    • Giorgio

      Una volta si diceva ai bambini:”se non fai il bravo, di notte ti vengo a tirare le gambe”, sarà mica proprio così?

      • Paola

        MIRACOLO! Ho 49 anni. Dall’adolescenza ricordo di aver sempre sofferto di SRL, a periodi più o meno intensi. Nel 2008, poi, diagnosi di fibromialgia che ha avvalorato la SRL come sintomo secondario ad essa collegato.
        Ho provato vari sistemi, anche gocce di Rivotril, non sempre efficaci, fino a che, un paio di mesi fa, mi è stato consigliato di appoggiare qualcosa di caldo (io uso un cuscinetto di ossi di ciliegia riscaldato nel forno a microonde) sulla pancia. Questo per scaricare le gambe dall’eccesso di energia Yang, stasi sanguigna e riportarla dove ho, invece, un vuoto energetico. Non mi credete? Beh, in 3-4 minuti mi addormento senza problemi. Se qualcuno volesse provare e risultasse efficace mi faccia la cortesia di avvisarmi che avrei piacere di riferirlo a colei che me lo ha consigliato (ci sta facendo la tesi su una particolare tecnica di massaggi orientali). Potrebbe risultare l’uovo di colombo! Per me lo è stato!

  2. mauro

    anche io penso di esere affetto da questa patologia ,che devo fare e a chi mi posso rivolgere.ribadisco che questi sintomi si alternano a periodi in cui nn ne soffro.

    • cristina

      ciao mauro, anche io come te penso di avere sta patologia, anche io vado a periodi, per esempio stanotte è stata brutta non facevo altro che muovere le gambe, mi sono alzata(di solito passa dopo) ma stavolta niente, mi sono alzata che erano le 10 passate del mattino, ora sono qua a scrivere al pc ma ho ancora un po quella sensazione di muovere le gambe

  3. mazzari claudia

    sono le 2 di notte e sto facendo ginnastica alle gambe.non ne posso più e non so cosa fare. non vorrei prendere troppi farmaci che mi rimbambiscono o altri con tante controindicazioni. ho bisogno di aiuto, se qualcuno ha un suggerimento io sono qui e su face book. grazie mazzari claudia

  4. Claudia ,mi sembra di leggere quello che faccio io.
    Due di notte,anche se il sonno persiste non resisto e devo alzarmi e muovere freneticamente le gambe.
    Prima di coricarmi prendo addirittura 30 gocce di Lexotan.Niente.
    Giro per la casa,salto,tiro le gambe per a ria, a scatti .Fino a quando dopo ore di disperazione verso le cinque crollo e dormo .Solo fino alle 8 del mattino.
    Mi godo almeno il riposo pomeridiano di un oretta .Perchè è solo la sera che la sindrome esce.
    Disperazione è a dir poco una parola piccola..
    Impazziro? O Passerà ? Non so piu che pensare.

    • Lauro

      Claudia prenditi un vibromassaggiatore,cosi’ alla sera prima di metterti a letto ti fai un bel massaggio basta un minuto per gamba e non senti piu’ il disturbo e ti addormenti senza problemi come faccio io . Il mio vibro e’ di quelli a cinghie che pubblicizzavano anni fa.Ma penso che vada bene qualsiasi vibro.E’ sufficente che ti muova le gambe abbastanza velecemente.

    • Giorgio

      Da anni ne soffro, un rimedio efficace, oltre alla Cannabis, o nei casi più gravi agli oppiacei, è l’Artiglio del diavolo, un paio di capsule prima di dormire funzionano. Riguardo allo stratching, se ci si stende su di un fianco, sul lato dove colpiscono gli spasmi, si allunga il braccio corrispondente, il più possibile, e lo stesso con la gamba stirando il muscolo, normalmente il sintomo regredisce.

      • Paola

        Prova con qualcosa di caldo appoggiato sulla pancia (borsa dell’acqua calda, cuscino di ossicini di ciliegio, ecc.)! Io ora mi addormento in 3-4 minuti!!!

      • Roberto

        io ne soffrivo, ho seguito i consigli sul blog, via caffè (ne bevevo almeno 4) sostituiti con Te verde a colazione, saltuariamente ora bevo un caffè dopo pranzo. Gradualmente la situazione è migliorata. Poi ho scoperto lo yoga che mi ha rimosso quasi completamente i disturbi. Con rilassamento finale ho iniziato a rilassare le gambe, esercizio tipo stretching che faccio anche quando vado a dormire, mi rilassa e mi addormento facilmente.
        Poi altri esercizi mi hanno rimosso infiammazione addome basso e da quel momento sono rinato.

  5. mazzari claudia

    come ti capisco. da qualche giorno sto un po meglio. il farmacista mi ha consigliato una cura omeopatica.sono capsule .si chiama biopax della ditta oti e come ha consigliato il signor parmeggiani bevo te verde .due tazze ..di capsule ne prendo una al mattino lontano dai pasti il farmacista ne consiglia una anche al pomeriggio ma a me sembra che mi agitino un po. prova e auguri. claudia

  6. Non voglio essere di parte.
    anzichè seguire il consiglio del farmacista (che è non ha la competenza di porre una diagnosi e di conseguenza di impostare una terapia), consiglio di seguire il consiglio del proprio medico di medicina generale, oppure del neurologo……
    Buona Domenica a tutti.

    • emma

      non ne soffrivo più da quattro anni, era scomparso…. adesso di note mi sveglio e non posso più stare a letto, le gambe sono nervose e doloranti, davvero pesante! Eppure mi alimento bene, non bevo caffè nè alcoolici.

  7. gabriele

    ciao a tutti,
    Da qualche settimana accuso gli stessi sintomi da voi descritti smania alle gambe, da impazzire, non so che fare. Pensavo fosse solo stress.Ultimamente l’impossibilità a dormire mi provoca rabbia appena torno dalle vacanze andrò da un neurologo…………….gabry

  8. Lisa

    Ciao a tutti,
    forse ne soffro anche io da anni ma non avevo mai approfondito l’argomento. Mi capita anche a cena di non riuscire a stare seduta al tavolo e devo assolutamente alzarmi e muovermi. Poi ovviamente capita anche prima di dormire ma non mi è capitato di svegliarmi.
    Il mio rimedio è uno solo. Bagnare un asciugamano in acqua fredda e strizzarlo per bene, quindi mi sdraio a letto e mi avvolgo le gambe. E’ come se i nervi si calmassero e finalmente trovo pace e riesco a dormire.
    Provate. Spero serva a qualcuno.

    Lisa

  9. Ciao a tutti,
    sono una ragazza di 23 anni e come voi soffro della sindrome delle gambe irrequiete,la notte faccio fatica ad addormentarmi,ma il più delle volte mi sveglio durante la notte x la disperazione e inizio a passeggiare x casa,a massaggiarmi le gambe,ha fare impacchi cn l’acqua fredda ma poche volte trovo sollievo!!
    Il mio medico mi ha prescritto Mirapexin,nn sembre mi allevia il fastidio….ora proverò a bere il thè verde a colazione speriamo ke dia gli effetti sperati!!!
    Un saluto a tutti

    Flora

    • Lauro

      Flora prenditi un vibromassaggiatore,cosi’ alla sera prima di metterti a letto ti fai un bel massaggio basta un minuto per gamba e non senti piu’ il disturbo e ti addormenti senza problemi come faccio io . Il mio vibro e’ di quelli a cinghie che pubblicizzavano anni fa.Ma penso che vada bene qualsiasi vibro.E’ sufficente che ti muova le gambe abbastanza velecemente. E dopo dormi tranquillamente senza disturbi.

  10. paolo

    Ciao a tutti sono un ragazzo di 30 anni, e da due mesi a questa parte soffro quasi tutte le sere di questa agitazione tremenda agli arti inferiori e qualche volta anche alle braccia .in passato mi veniva qualche volta,ma molto raramente quasi da non farci caso….. Ma ultimamente i sintomi sono aumentati …..Aiutatemi vi prego….in passato qualche volta prendevo degli ansiolitici tipo xanax ,puo’ essere una cura?

  11. lisa

    ciao,
    mi chiamo lisa e ho 42 anni.
    da aprile improvvisamente ho avvertito un gran mal al piede destro, era un dolore intensissimo che si manifestava solo di notte impedendomi di dormire. verso luglio il dolore è passato al piede sinistro anche con insensibilità. l’unico modo per farlo passare era camminare…..e quindi ho trascorso quattro mesi passeggiando di notte in casa e sul balcone. visitata da ortopedici,neurologi, dermatologi, fisioterapisti e fisiatri (con immaginabile esborso di denaro), risonanze e analisi del sangue. mi sono riempita di farmaci: antinfiammatori di tutti i tipi compresi opiacei, calmanti tipo sanax, vitamine B e adirittura un farmaco per epilettici (Lyrica) con rimbambimento diurno ….
    finalmente a fine agosto un bravissimo neurologo di Rovereto mi ha diagnosticato la sindrome delle gambe senza riposo (che non tutti i neurologi conoscono) e mi ha risolto il problema. può anche darsi che il tè verde funziona ma io vi consiglio un bravo neurologo!!!! e non prendete medicinali se non sapete che cosa avete.
    auguri a tutti, da una ragazza che ora riesce a dormire sette otto ore e svegliarsi in forma!

    • paolo

      ciao elisa
      sono paolo 50 anni
      e da 2 anni soffro di questa malattia
      mirapexin ..vitamina b…magnesio…potassio…acido folico
      .
      ma ancora nulla ! ogni tanto un po di sollievo , e penso di essere guarito . ma……..nulla .
      tantissime visite .
      potresti darmi il nominativo di quel neurologo di rovereto ?? paulin37@hotmail.it
      ti ringrazio
      Paolo

    • Armando Simoni

      Vorrei conoscere da Lisa, di Rovereto, il nome del neurologo che le ha risolto il problema. Grazie

    • ciao Lisa, anch’io soffro di questo disturbo.
      Come si chiama il medicinale che ti ha prescritto il neurologo?

      Graziella

    • giovanni

      Ciao Lisa scusami ma cosa hai presso oppure cosa hai fatto per risolvere il problema

    • pierpaolo

      ciao lisa sono piu di 20 anni che soffro della sindrome delle gambe senza riposo diagnosticata qualche anno fa.
      sono gia’ stato da due neurologhi con prescrizione di mirapexin anche forti dosaggi ma con nessun risultato. Mi diresti qualche notizia in piu di questo neurologo e magari anche cosa ti ha prescritto? ti ringrazio gia da ora.
      Ciao pierpaolo

    • grazie ….ma il nome del neurologo? io sono anni che ho questo problema

    • antonietta

      Per favore,dimmi in che modo il neurologo di Rovereto ti ha risolto il problema..con quale farmaco o strategia? aspetto tue notizie..grazie

    • antonella

      ciao ho lo stesso problema sto assumendo mirapexin ma sto male si può sapere cosa ti hanno prescritto?
      GRAZIE SONO DISPERATA.
      Antonella

      • Francesca

        Buonasera Antonella, ho scritto la mia esperienza il 27 settembre 2012 in questo blog dopo aver descritto la gravità della mia situazione in un post precedente di agosto; sono in trattamento con un osteopata e sto avendo dei risultati ottimi, sto dormendo e il disturbo si sta limitando a comparire su una gamba o sull’altra in modo sopportabile nelle ore diurne. Niente farmaci che ti rimbecilliscono, solo delle manipolazioni una volta al mese. Spero continui così perchè ero disperata.
        Francesca

    • Maria

      Ciao mi piacerebbe sapere come ti ha curato il neurologo di Rovereto perché io ho visitato alcuni neurologi che mi hanno dato come cura il mirapexin da 0.18 mg ma ora sono arrivata a prendere 2 pillole per sera. Ti ringrazio

  12. Giovanni

    Ne soffro anch’io di dolori ai polpacci, quando mi sdraio di notte e vorrei informarvi che sia l’anno scorso che quest’anno ho fatto 16 giorni di mare, bagni a volontà e i dolori non si son fatti sentire x nulla, stavo in piena forma! Mi son fatto visitare da un angiologo e da un neurologo ma con scarsi risultati, mi ha prescritto l’uso del Mirapexin ma visto gli effetti collaterali non oso prenderlo, informando i medici che l’acqua di mare si era resa miracolosa la risposta è stata…… stia sempre al mare. Ho 54 anni e faccio molto movimento nel mio lavoro, ho mia madre che ha lo stesso problema e ne soffre terribilmente! Sperando di essere stato utile a qualcuno e sperando di arrivare ad una soluzione visto che i medici siamo noi!
    Un saluto a tutti

    Giovanni

  13. Chissà che possa aiutarVi. Io ci soffro da quasi 10 anni……..
    GABAPENTIN 3*300 la notte!!!! E la mattina voglio bene a tutti.
    Da un po di tempo 2 mesi sto provando il CONTRAMAL, ma son arrivato a 100gocce per non sentire nulla. Ma proprio nulla. anche il più insignificante dei dolori lontani dalla RLS non li senti più. e questo non va proprio bene. perchè a me è successo di restare sprovvisto del CONTRAMAL per 48 ore e stavo per impazzire…. mi faceva male tutto il copro… anche le gengive, per rendere l’idea di quanto sia forte il contramal, che durante il sua somministrazione, copre ogni dolore corporeo. Molto fastidio è la sudorazione…. troppa…. fredda e calda, la nausea, la mancanza di appetito. OK VA BENE, si dorme benissimo, ma se salti un giorno, sono guai per le ns povere gambe….. e poi è schifoso da bere….. ma nn esiste in compresse?
    ciao a tutti.

  14. Fra70

    salve, ecco la mia testimonianza sulla sindrome delle gambe senza riposo: comparsa all’inizio del III trimestre di gravidanza, e’ una forma molto severa: ce l’ho tutte le sere e tutte le notti, ed e’ cosi’ intensa che devo alzarmi di continuo a camminare (mi addormento solo per sfinmento, di solito verso le 3). Seguo tutte le regole di igiene del sonno (camminare, nuotare, stretching, bagno caldo e massaggi prima di coricarmi, niente alcol/caffe’ etc…) e prendo integratori (ferro, acido folico, magnesio e potassio), ma NULLA serve, nemmeno ad attenuarla. Resisto da 1 mese ma sono molto provata, sia fisicamente sia psicologicamente – a volte vorrei urlare, mi sembra di impazzire. Anche dopo cena e’ impossibile star ferma, e mentre guardo la TV devo fare stretching, massaggiarmi e alzarmi spesso; il disturbo e’ assente solo la mattina e nel primo pomeriggio, compare nel tardo pomeriggio (torno in treno dal lavoro e a volte non riesco a stare seduta!) e dilaga la sera e soprattutto la notte.
    Data la gravita’ della situazione il neurologo ha consigliato una bassa dose di Mirapexin; sto aspettando l’OK della ginecologa (che fino a poco tempo fa non conosceva questa sindrome, che pure colpisce il 20% delle donne in gravidanza) , ma anche se me lo lascia prendere la mia paura e’ che non funzioni, come ha scritto Flora ..:((…speriamo…per ora anche scriverne e’ stato un sollievo, perche’ almeno condivido questa tortura con chi sa cos’e’ (quando la racconto a qualcuno, anche a dei medici, mi guardano come se venissi da Marte e credo pensino che sono un po’ matta…al pronto soccorso mi hanno detto “eh, sara’ un po’ nervosa”, e’ cosi’ frustrante….

    • NICOLA D'ALESSANDRO

      come ti capisco Fra70, forse la cosa che da’ piu’ fastidio di tutte è il fatto della quasi totale ignoranza del problema da parte della stragrande maggioranza della gente..e il fatto che ci sono anche medici che non ne sanno niente e quando gliene parli ti prendono per pazzo o per un marziano…..E’ FRUSTRANTE

    • marina russi

      ciao sono Marina soffro da alcuni mesi della RLS, il mio neurologo mi ha dato una dose bassissima di Mirapexin 0.18mg (1/2 cps), io ora sto benissimo e dormo come un angioletto, senza nessun effetto collaterale, come è descritto nella confezione. Io ti consiglio di rivolgerti come vado io al Centro del Sonno del Policlinico di Bari.
      Auguri.

  15. da quasi 10 anni soffro da questa sindrome, ho girato in lungo e largo per trovare un rimedio ma niente di fatto . Ora da 2 anni circa sto usando un cerotto al braccio. Per le prime 2 ore ok poi niente mi sveglio e passo la notte a passeggiare. il cerotto si chiama NEUPRO da 8mg che sostituisco ogni 24 ore. Ho provato anche il mirapxin da 1,05 mg ma non avevo alcun sollievo quindi sono ritornato al cerotto. proverò anche io il thè verde chissa se funzionerà.

    CARLO 54

  16. Io HO RISOLTO IL MIO PROBLEMA.
    CONTRAMAL gocce.
    50 gocce al giorno verso le 16 del pomeriggio e tutto passa fino alla notte successiva.
    sonnellini tranquilli.
    Occhio per chi soffre di insufficienza renale. CONTRAMAL è un forte antidolorifico usato per malati terminali. A base di oppiacei.
    Dopo tre mesi che lo uso, il mio fisico (o la mia testa) lo rifiuta, provocando dei conati di vomito solo al sentirne l’odore. Che per’altro non è sgradevole. PEr iniziare 20 gocce son più che sufficienti.
    Non è un sedativo, e non lascia residui la mattina di “stordimento” o problemi per chi deve guidare o fare attività lavorativa. Quando i livelli nel corpo si abbassano lui ti avvisa con la sudorazione eccessiva. Io lo uso per “vivere bene” tra la sindrome delle gambe e una terribile ernia del disco. Se ne accettate il compromesso, avete risolto i vs problemi.
    Fatemi sapere qualcosa.
    Grazie.

  17. Giovanni

    Torno a riscrivere per informarvi che alla sera quando mi sdraio sul letto e si ripresentano i dolori ai polpacci, io ho risolto senza medicinali, facendomi massaggiare dalla moglie x circa 20 minuti, incredibilmente mi addormento e mi risveglio al mattino.
    Dovrei cercare su internet o negozi idonei qualche macchinario che funge da massaggio,tipo apparecchi vibromassaggianti x intenderci, da mettere sotto i polpacci direttamente ( non roba cineseria ma qualcosa di valido)

    Giovanni

    • Lauro

      Giovanni prenditi un vibromassaggiatore,cosi’ alla sera prima di metterti a letto ti fai un bel massaggio basta un minuto per gamba e non senti piu’ il disturbo e ti addormenti senza problemi come faccio io . Il mio vibro e’ di quelli a cinghie che pubblicizzavano anni fa.Ma penso che vada bene qualsiasi vibro.E’ sufficente che ti muova le gambe abbastanza velecemente.

  18. ella dorina

    ciao a tutti!anche io soffro da anni di questo sintome!e prendo la sera un integratore di magnesio e potasio che mi tranquilliza subito!dorina

  19. Lauro

    Soffro di questo disturbo ormai da qualche anno.Se non riesco ad addormentarmi subito mi innervosisco e mi comincia il disturbo .Cosi’ quando non riesco piu’ a stare a letto metto le gambe nelle cinghie del vibromassaggiatore che ho da molti anni ,circa un minuto e mezzo per gamba e poi riesco a dormire .Il vibromassaggaitore e’ di quelli con le cinghie che tanto venivano pubblicizzati anni fa. Comunque penso che vada bene qualsiasi attrezzo basta che ti faccia muovere le gambe velocemente per qualche minuto.

  20. CARI “COLLEGHI” DI SVENTURA.
    SONO STATO VICINO AL DIVENTAR PAZZO.
    DOPO 6 ANNI DI FARMACI E PROVE MASSAGGIATORIE INUTILI A LUNGO TEMPO, FINALMENTE HO TROVATO SOLLIEVO CON IL FARMACO CONTRAMAL 10 COMPRESSE DA 200mg. INIZIATE CON UNA LA SERA VERSO LE 18. DOPO ALCUNI MESI POTETE AUMENTARE IL DOSAGGIO FINO AL DOPPIO. UNA PER LA MATTINA E UNA PER LA SERA.
    NON SO CHE DIRVI. PER IL THE’ VERDE, IO SONO SPOSATO CON UNA MAROCCHINA E DI THE VERDE NE HO BEVUTO FINO ALLA NAUSEA…… E DI QUELLO ORIGINALE NON IN BUSTINE!!!!! A LIVELLI DI 15 THE’ AL GIORNO…… NIENTE DA FARE A PARTE UN CALO DEL FERRO NEL SANGUE….. QUINDI OCCHIO!!!! ANEMIA, MAL OSSIGENAZIONE E TUTTE LE ROTTURE DI BALLE……
    CON CONTRAMAL (TRAMADOLO) HO FINALMENTE RITROVATO LA MIA SERENITA’.
    LEGGETE BENE IL BUGIARDINO, PERCHè IL TRAMADOLO NON VA PRESO INSIEME A MOLTI ALTRI FARMACI TRA CUI GLI ANTIDEPRESSIVI, ALCOOL, DONNE INCINTA, CHE ALLATTANO ETC ETC…… E’ DELLA FAMIGLIA DEGLI OPPIACEI….. MOLTO LEGGERO COMUNQUE. UN ANTIDOLORIFICO IN SOSTANZA. IO STO IN PIEDI GRAZIE A LUI. SCOPERTO A CAUSA DELLA MIA ERNIA DISCALE. E LA SINDROME DELLE GAMVìBE SENZA RIPOSO NE HA BENEFICIATO PER CASO….. FANTASTICO.
    CIAO

    • pure io come roberto ne ho provate di tutte io soffro di questa sindrome da circa 5 anni.ho iniziato con contramal da 0.50 poi sono passata a 4 pastiglie da 0.50 e poi non mi faceva piu nulla cosi la mia ortopedico mi ha dato il depalgos da 5 prima e da 10mg.dopo ed e’ stao il miracolo solo che ormai ne sono dipendente e se non lo prendo salto come una pulce ,in piu io soffro di gra dolori alle gambe.
      sono state fatte tutte le ricerche possibili che non hanno evidenziato nulla tipo malattie varie.mirapexin mi ha fatto saltare e impazzire per cui l’ho tolto immediatamente..ecco la mia esperienza..sto bene solo se “mi faccio”di tre depalgos al giorno considerando che ho 60 anni la mia paura e domanda e’:quale sara il nuovo step??diventero come dott house o lo sono gia’?poi mi dico:sono passata da un cancro e felicemente..che sara mai se saro una vecchia tossica che si fa dolci e lunghi sonni?????forza ragazzi una soluzione c’e’ sempre e come dicevano i nostri nonni solo alla morte non v’e’ rimedio buon natale e “BUON BALLO”

  21. MASSIMO

    Anche io ho sofferto di questa patologia fino ad una settimana e di tale particolare ne avevo parlato con una mia parente neurofisiopatologa la quale mi confermava la RLS. Quando ho iniziato a leggere i commenti del forum – ed in particolare quello del Sig. Parmeggiani Ferdinando – mi sono detto: proviamo. Così ho acquistato, al supermercato, una confezione di te verde antistress L’Angelica. Ho iniziato a prenderne una tazza a colazione e una a metà pomeriggio. Beh, vi posso dire che la sera stessa non ho più avuto smania, formicolio alle gambe e necessità di camminare per casa la notte. Considerato che il te da me acquistato contiene melissa e passiflora, adesso ho comprato una confezione di solo te verde – Star Te-per valutare se avrò gli stessi benefici nell’arco di una settimana. Comunque adesso dormo tutta la notte e mia moglie non si lamenta più.

  22. Fra70

    io ho (quasi) risolto con il ferro: la ferritina bassa (cioe’ inferiore a 50, e il mio valore e’ tuttora 11 nonostante l’assunzione di un integratore di ferro-chissa’ com’era basso prima!) e’ una delle cause principali, specialmente se la sindrome insorge in gravidanza come nel mio caso. Prendo 100-200 mg di ferro la sera (Niferex), ma a quanto ho capito potrei anche aumentare, e i sintomi nn sono scomparsi ma *molto* migliorati.
    Quindi il mio consiglio e’: misurate la ferritina, se e’ inferiore a 50 siete “fortunati” perche’ probabilmente la causa e’ quella, e potrete risolvere o cmq migliorare con un buon integratore di ferro. PERO’ fatevelo consigliare dal medico per ottimizzare il dosaggio, che nn deve essere troppo alto (per evitare sovraccarico, e infatti bisogna tenere controllata la ferritina) ma neanche troppo basso, altrimenti nn vi fa nulla ! (infatti quando prendevo 60 mg non avevo miglioramenti)

  23. Carmela

    da un pò di giorni sto impazzendo, di sera e la notte mi muovo in continuazione, non so che posizione far prendere alle mie gambe. E, poi, durante il giorno mi sento stanca e nervosa, sbadiglio in continuazione. Proverò con il the verde e il vibromassaggiatore.Ciao

  24. Roberto

    Io ho sofferto di questo disturbo anni fa. Ora mi succede occasionalmente. Molto fastidioso! Ho elaborato una tecnica risolutiva che funziona sempre su di me.
    Siccome mi succede quando sono a letto, mi metto a pancia in giù e contraggo in modo vigoroso la muscolatura della parte centrale posteriore (centrale) del bacino e delle natiche per qualche minuto, fino a quasi provocare un crampo. Successivamente rilascio lentamente la muscolatura. Il disturbo passa e mi addormento. Forse la mia esperienza può essere di qualche utilità a chi ne soffre.

    • paolo

      ciao a tutti .
      dopo 2 lunghi anni
      ho cambiato dottore e
      nuova cura
      mattino the verde
      vitamina b12
      alle 13:00 mirapexin 0,18
      alle 18:00 lyrica
      alle 21:00 mirapexin 0,18
      alle 22:00 pediluvio con acqua bollente ,di circa 20 minuti

      devo dire che : finalmente …sono 3 giorni che non ho fastidi e ………..dormo
      ma non canto ancora vittoria …….aspettero’ almeno un mese .

      spero che questo possa essere d’aiuto a qualcuno .

      paulin37@

  25. riccardo Faccini

    Mia moglie ha cominciato a soffrire di tale malattia circa12 mesi fa e dopo tre mesi circa ha dovuto assoggettarsi all’uso del Mirapexin che gli ha risolto il quadro. Da circa 8 mesi ha però cominciato a soffrire all’anca di sindr. da conflitto acetabolare con zoppia e dolore irradiato e limitazione dell’escursione dell’anca. Ad agosto di quest’anno ha subito un intervento artroscopico di resezione parziale del collo femorale e e condroabrasione della testa femorale con ripresa dell’escursione articolare. Dal giorno dell’intervento non ha più sofferto di RLS ed non ha più fatto uso del Mirapexin.
    Ci può essere associazione tra le patologie o è stato un effetto farmacologico ?

  26. sergio

    Io ne soffro da circa 2 anni, mi e’ venuto pian piano ma dopo un periodo di fortissimo stress. Passo giornate, settimane senza il minimo fastidio, altre come oggi, da questa mattina con questa sensazione alle gambe stranissima, ho come una voglia di agitarle, di scuoterle, una voglia di “staccarmele” per calmare il fastidio. Non prendo farmaci e non bevo, ho sempre fatto sport, e da quando ho questo fastidio faccio anche corsa, ma il fastidio continua a esserci nello stesso modo, ogni tanto si presenta e non se ne va se non passano un po di giornate.
    Unica cosa a cui posso collegare il fastidio alle gambe e’ lo stress, arriva puntuale quando sono un po carico, rimane qualche giorno, notti comprese e poi sparisce com’e’ arrivato.

  27. betty

    io ne sofro da piu di 40 anni oh sepre evitato farmaci ma da 4 anni prendo il mirapresin una mezzora prima di cena e finalmente posso dormire bene.

  28. Sax Kowalski

    Ne soffro da 25 anni. Periodi di benessere alternati a momenti atroci. Nel caso mio i sintomi notturni si aggravano quando la vescica è piena e migliorano andando in bagno. Un primo miglioramento decisivo ma transitorio lo trovai sottoponendomi a terapia omeopatica unicista m, come ho detto la cosa durò pochi mesi. Controllo i sintomi con massaggi e stretching fino a colpire i muscoli della gamba con pugni.
    Tempo fa i sintomi sono scomparsi dopo una terapia antimicotica a base di fluconazolo, assunto per tutt’altri motivi. Il mio medico curante, da me interpellato per spiegazioni, non escluse che una candidosi intestinale potesse provocare alterazioni nell’assimilazione del sodio che è un elemento fondamentale nella trasmissione degli impulsi nervosi.
    Può essere???

  29. Roberto1967

    Ciao a tutti, anche io avverto da tempo questi disturbi, in alcuni momenti sono più frequenti e fastidiosi in altri quasi non li avverto. Ho cercato di fare attenzione alle cause. In particolare i disturbi mi aumentano in concomitanza con periodi di stress. Ultimamente ho dimuniuto i caffè e cerco di rilassarmi con tecniche di respirazione e meditazione. Devo dire che va meglio. Tuttavia proverò anche io a bere del te verde, ad effettuare dei massaggi e nel caso dovesse aumentare proverò a contattare un bravo neurologo.
    NB: ne ho parlato con il mio medico che in un primo momento mi ha prescritto il magnesio. Inizialmente i disturbi sono passati ma poi sono ritornati. Ora non sa cosa consigliarmi! Ne deduco che non conosca questa malattia.

  30. LINO

    LINO 47
    CIAO A TUTTI ANCHE IO SOFFRO DA MOLTISSIMO TEMPO DI QUESTI DISTURBI PRENDO MERAPEXIN 1 COMPRESSA AL MATTINO 1 AL POMERIGGIO 2 ALLA SERA MA SENZA NESSUN GIOVAMENTO PROVERò CON IL THE ALLA MENTA

  31. paolo

    ciao a tutti
    sono sempre Paolo ( come scritto in precedenza ?
    ne soffro da piu di 2 anni
    ho il ferro basso ( e credo sia la causa )
    da molti mesi ormai assumo :
    07:00 the verde
    08:00 ferritina
    15:00 mirapexin
    20:00 mirapexin
    21:00 the verde
    massaggio ai polpacci ( usate quello per la cervicale ) va benissimo
    e devo dire che …va bene
    ma come dimentico di prendere una pastiglia mirapexin
    salto …salto …
    cosi va bene e spero di risolvere il problema del ferro

    paulin37@hotmail.it

  32. Mara

    Ciao a tutti. Purtroppo soffro da anni di RLS e non ho ancora trovato una soluzione. Peraltro i sintomi si stanno aggravando: infatti fino a poco tempo fa erano limitati alle sole gambe, da un anno investono anche le braccia e il tronco al punto di farmi sembrare di notte una pazza morsa da una tarantola. Alcune osservazioni pratiche: i sintomi appaiono verso febbraio per ridursi a ottobre, sono feroci quando mi corico e si diradano nel cuore della notte, lo stress non ha alcuna incidenza visto che recentemente sono riapparsi, dopo l’inverno, durante una splendida vacanza alle maldive. Ho provato le cure farmacologiche suggerite da un ottimo neurologo, ma con scarsi risultati. Vorrei avere notizie in merito a eventuali effetti dell’agopuntura. Grazie. Mara 1955

  33. eugenia genny morandini

    Da 2anni soffro di tale disturbo ma ho anche fibromialgia,spondiloartrite,ipotiroidismo,gastroduodenite,metaplasia squamosa della vescica,depressione,colon irritabile,sindrome sicca oculare e bocca….non ne posso più…e le gambe sono l’ultima sorpresa di madre natura…ho 54 anni e da 40 sto male…incredibile…ma impazzirò!!! auguri a tutti voi!!! Genny 57

  34. Domenico Condoleo

    Domenico. Causa e terapia della sindrome delle gambe senza riposo. la causasecondo le ricerche della dott.ssa DANIELA PELOTTi è uno stato ad una indagiminfiammatorio sistemico causato dalla presenza nel sangue di batteri, non sempre rilevabile ad una indagine ematologica. E’ quindi un sintomo, un segnale di infiammazione o febbre reumatica. E’ un segnale che individua a una Gluten Sensitivity. La terapia è una cura antibiotica con semplice AMOXICILLINA da un grammo per sei giorni è la terapia più adeguata. Poichè i batteri crescono accelerati con gli zuccheri, una dieta e a basso indice glicemico, contribuisce ad evitarne le recidive. In bocca al lupo. Data 12 .03.2012

  35. paolo

    io per il momento continuo con la mia cura tyra alti e bassi
    ma sembra che non peggiora
    continuo con:
    mattino the verde
    vitamina b12
    alle 13:00 mirapexin 0,18
    alle 21:00 mirapexin 0,18
    alle 22:00 pediluvio con acqua bollente ,di circa 20 minuti

  36. franca

    salve sn incinta al settimo mese di gravidanza e sto malissimo nn dormo tutta la notte ho delle smanie terribbili alle gambe e braccia pero’ ho il ferro basso sara’ questa la causa sto prendendo le compresse passival a base di melissa camomilla luppolo speriamo bene..

  37. sara

    Salve sono Sara ho 44 anni soffro da piccolissima di questo sintomo, mia mamma era costretta a dondolarmi senza posa ed io non capivo il perkè di quella inspiegabile sofferenza, venivo spesso rimproverata…crescendo si è cominciata a manifestare + raramente (solo dopo un caffè di troppo o preso la sera)…in gravidanza ero disperata, i neurologi nn ci hanno mai capito nulla e mi sono imbottita di ansiolitici (anke 4 volte la dose raccomandata) niente!!
    Tre anni fa in un centro per i disturbi del sonno hanno diagnosticato questa sindrome anke se io nn sento prurito o formicolio (come scrivono nell’anamnesi) ma piuttosto senso di nervosismo, smania, spesso anke nelle braccia o addirittura in tutto il corpo…terapia MIrapexin 18 mg una cpr a sera all’inizio nn mi sembrava vero già a metà dose sintomi spariti, ma dopo circa tre mesi cm prima…ho provato ad aumentare fino a 2 ma niente quindi ho pensato di ridurle fino a staccarle…parlerò al medico di rimedi letti e vedremo…cmq almeno sono riuscita a trovare ki può capire il mio dramma…STANKISSYMA

  38. Non sapevo dell’esistenza di questa sindrome , ne soffro da circa 3 anni , da quando mi hanno diagnosticato la sclerosi multipla ….. cercherò di documentarmi meglio ….. un augurio a tutti voi …..

  39. nicole

    non posso credere che solo oggi a 33 anni scopro che quello che ho sempre creduto un disturbo di circolazione in realtà è questa malattia! da quando ho circa 18 anni soffro di questa patologia ho provato creme x le gambe cuscini x alzare le gambe cuscini massaggianti rusoven e tutto il resto ma niente il fastidio è sempre rimasto l’unica cosa che mi da un po di sollievo è trovare delle parti fresche nel letto o creme raffreddanti anche se poi durante la notte mi risveglio comunque.leggendo i vostri commenti vedo che ci sono dei farmaci anche piuttosto forti da prendere e preferirei evitare…proverò con il the verde

  40. nunzia riccardo

    soffro di questa sindrome da un paio di anni, avverto durante il giorno questo movimento, quando sono a riposo , durante la notte però riesco a dormire, il mirapexin non l’ho più preso perchè mi sembrava che i disturbi aumentassero. vorrei fare un controllo da uno specialista che studia questa malattia, chi è il medico più esperto in materia? ho l’impressione che i tremiti mi prendano anche al tronco nunzia 48

  41. Rosaria G.

    Ho 42 anni e soffro di questa sindrome da diversi anni…e sta peggiorando di intensità e diffusione (anche braccia). A volte mi prende nei lunghi tragitti in macchina (da passeggera) e mi verrebbe da gridare. Io posso testimoniare questo con sicurezza: sono una grandissima divoratrice di dolci e zucchero bianco che mangio in quantità industriali. Ebbene, quando decido di mettermi un pò a dieta e mi controllo nell’assunzione di zucchero, i sintomi migliorano fin quasi a scomparire. Questo non avvalora la tesi della dottoresa di cui sopra sui batteri che prosperano con la glicemia alta?

  42. lella63

    Siamo tantissimi a soffrire di questo disturbo…
    Ma potrebbe essere causato, almeno in alcuni casi, dall’esordio della menopausa?

  43. milva

    Ho 49 anni e soffro da anni di questa patologia, ho scoperto solo da alcuni anni di che cosa si tratta, ho iniziato anche io a prendere il Mirapexin 0.18 1/2 Cpr alla sera, all’inizio sembrava facesse effetto ma poi con il tempo non trovavo più alcun sollievo. Avrei dovuto aumentare, secondo il Neurologo, ma non ho voluto. Ho provato con l’agopuntura anche li all’inizio sembrava facesse effetto ma poi più nulla. Da alcuni mesi non faccio più alcuna terapia ma il problema rimane lo stesso. Possibile che con tante persone che ne soffrono non ci sia un rimedio efficace? Proverò anche io con il The verde
    MB 63

  44. Quanto vi capisco. Io ho 56 anni e soffro da bambino di questo problema. Fino a 10 anni fa sono stato curato con le terapie più sbagliate fra cui narcotici e antidepressivi che peggiorano la situazione. Nessun dottore conosceva la sindrome e non c’erano farmaci. Poi soprattutto l’avvento di internet ha portato a fare un passo avanti, perché la gente come voi e come me, alzandosi di notte, avendo sollievo dal camminare, ma anche dal concentrarsi a fare qualcosa , (scrivere online soprattutto), ha contribuito a indentificare il problema. Ora se non altro questo terribile “mostro” ha un nome: RLS (Restless Legs Syndrome). I farmaci usati allo scopo (agonisti della dopamina) sono stati scoperti per caso perchè i medicamenti dati ai pazienti che soffrono di Parkinson, ma anche di RLS, hanno fatto effetto anche per la sindrome delle gambe.
    Io ho provato più o meno tutto quello che è stato scritto in questo forum e ho capito che sono soluzione provvisorie e che dopo un po’ bisogna cambiarle.
    L’unica cosa costante per me sono i massaggi, per cui ho sviluppato un mio massaggiatore adattato al caso per fare i massaggi sdraiati.
    Non fidatevi troppo di chi ha risolto improvvisamente il problema, perché potreste avere una delusione in più. Ma non scoraggiatevi! E soprattutto non continuate ad aumentare le dosi! Abbiate la forza di passare qualche settimana orribile ma cambiate il medicamento perché se no diventa sempre peggio (effetto augmentation).
    Questi medicamenti sono come delle droghe e alle droghe ci si abitua. Uscirne diventa difficile.
    Io seguo un blog americano (www.yahoogroups.com ) e un blog svizzero (www.restless-legs.ch) e ho l’impressione che la ricerca sta facendo qualche passo avanti, ma siamo soprattutto noi che dobbiamo parlarne e scriverne cercando di isolare bene il problema. Purtroppo ognuno è diverso e i sintomi si mescolano con mille altre cose diverse di ognuno di noi. È importante che chi scrive pensando di avere RLS sia sicuro che sia RLS e non altro, perché se no la confusione è ancora più grande. Se rispondete con almeno 6 sì alle prime 10 domande di questo blog allora purtroppo benvenuti nel club. Siamo probabilmente dal 5 al 10% della popolazione. Forza, non mollate, sconfiggeremo il “mostro”.

    • rosa greco crispino

      avevo un po di mal dischiena andai per un massaggio ,ma siccome sono studenti non ce` la fatta in 40 minuti a massaggiare le gambe ,e da allora che soffro di RLS ,proverei osteopatico .

  45. Gianni.

    Ho letto tutti i vostri commenti, ma nessuno pensa che potrebbe essere un problema psicologico.Dico questo perche’ se io ,che son convinto di avere RLS quando sono a letto e le gambe cominciano a farsi sentire leggo un libro ho guardo la tv anche per poco , pare che mi dimentichi la sindrome, non sento più nulla e mi addormento .

    • Rosaria G.

      Caro Gianni, sono Rosaria G.
      Io a volte sono costretta a lasciare a metà un film a causa delle mie gambe ballerine. Questo mi succede soprattutto se ho sonno e cerco lo stesso di finire il film. E’ come se il sistema nervoso entrasse in tilt: da un lato il sonno e dall’altro il tentativo di restare sveglia…e tac mi partono le scosse.

  46. sono claudia mazzari e continuo a soffrire di questo mostro .non voglio assumere medicine che ci rendono schiave . prendo solo en alla sera.ora però non ne posso più.in estate mi sento peggio.prima proverò il vibro massaggiatore poi forse mi arrenderò ai farmaci.mi fa piacere leggervi e ascolto ivostri consigli.prendo anche il te verde da tempo.ora proverò a stare senza dolci.vi abbraccio tutti!

  47. Paola

    Nel 2008 mi hanno diagnosticato fibromialgia e così, cercando di analizzare tutti i sintomi correlati, ho scoperto che il “nervoso alle gambe” che ho sempre avuto fin da ragazzina non era casuale……..ora convivo bene con la fibromialgia (e aiuto anche altri come me tenendo dei corsi di Viet Tai Chi), ma le gambe senza riposo sono rimaste un problema da risolvere perchè in certi periodi mi prendono anche le braccia e i muscoli paravertebrali……solo 5 gocce di rivotril prima di dormire non sortiscono un granché, se le aumento è quasi peggio, un medico mi ha detto di provare il MIGRASOLL……qualcuno lo ha già fatto?
    Devo tanto al Tai Chi ma in questo caso non riesco a trovare soluzione…..

  48. Giulio

    Ho 30 anni fumatore e bevitore incallito di caffè e da un paio d’anni soffro di questa malattia. A fasi alternanti: passano settimane o mesi senza che si faccia sentire e poi di nuovo. All’inizio associavo la cosa alla troppa stanchezza. Ma non è così, alle volte compare anche se sono ben riposato. Ma comunque sempre prima di addormentarmi. Capitano notti che mi giro e rigiro nel letto per un’ora e poi impazzendo mi alzo. Sono in cura da circa un anno presso un centro del sonno per curare un’ipotetica “Ipersonnia idiopatica” ovvero al mattino non sento la dozzina di sveglie messe (stereo, cellulare,…) ovviamente senza trovare nè causa nè cura. Ora leggendo il blog capisco che forse la mia difficoltà a svegliarmi è che il mio corpo non riposa durante la notte. Avevo fatto presente questo al neurologo, ma non mi ha dato molto ascolto. Ho notato una bella cosa però: se ho un rapporto sessuale prima di dormire, mi addormento e non ho nessun fastidio. Stessa cosa se mi sveglio la notte con i tremori, la masturbazione aiuta. Provare per credere! tra l’altro ho visto che è segnalato anche su un sito questa tesi! MEGLIO CHE IMBOTTIRSI DI FARMACI!!
    http://www3.lastampa.it/benessere/sezioni/news/articolo/lstp/396332/

  49. Angekla Maria

    ciao sono Angela e soffro di questo disruebo da bambina. ho sempre curato questo fastidio con medicine per i reumatismi. Ma niente. Le gambe di notte andavano da sole. Mettevo cuscini sotto, creme calde o fredde. NIente. Sono andata avanti così. In gravidanza è peggiorato. Dopo tre figli poi è stato davvero come impazzire. Poi sembrava scomparso tutto. Invece è da un mese che è ricominciato tutto. In piùho scoperto di avere problemi alla tiroide. Che ci sia un legame.Ho 45 anni e tanta voglia di dormire. Faccio footing e molta attività sportiva ma non so se questo possa peggiorare i sintomi. Anche se leggo la sera per addormentarmi è la stessa cosa. Dopo 10 pagine inizio a non capire più niente e ad assumere pose strane fino ad alzarmi del tutto e a leggere in piedi. Un pò di sollievo lo trovo dormendo a pancia in giù e irrigedendo le gambe. Oppure a volte dormendo con un cuscino sotto le gambe. Provate va un pò meglio. Ciao

  50. antonella

    ciao a tutti.
    sn antonella e sono una ragazza di 14 anni .
    come tutti voi anchio soffro di questa malattia, ma il caso che mi preoccupa di più e che io soffro di questa mallatia da quando avevo circa 6 anni o anche fin da prima…
    e visto che questa malattia colpisce di più alle persone adulte.. ma io ho soltanto 15 anni.. secondo voi la mia situazione è grave? anche perche io soffro di tricollomania, emicrania e depressione…
    aspetto le vostre risposte .
    se volete mi potete contattare su Facebook : sono ANTONELLA BUITRON…. non farete fatica a trovarmi poiche sono l’unica…
    Grazie mille.

  51. gabriele

    Ciao sono Gabriele, le sere che non riesco a dormire per questo disturbo massaggio in profondità con una matita il punto di agopuntura denominato “Stomaco 36” e il disturbo passa completamente…almeno per qualche giorno..

    • antonietta

      Caro Gabriele,puoi dirmi con precisione qual è il punto “stomaco 36” ? Non ne ho la più pallida idea.grazie..ho bisogno anch’io di un po’ di pace

      • gabriele

        Per trovare precisamente il “36 di stomaco” mettiti seduta, apri il palmo della tua mano e posiziona il centro del tuo palmo sopra il centro del tuo ginocchio, chiudi il palmo e la punta del mignolo andrà ad indicarti il punto “36 si stomaco” che troverai in una “fossetta” nel lato esterno della tibia.
        Usa il palmo desto per trovare il punto della gamba destra e il palmo sinistro per il punto della gamba sinistra. Massaggia con una matita non appuntita o con il retro di un pennellino i punti, sia con pressioni, sia circolarmente. Puoi fare il trattamento durante il giorno e prima di coricarti. Puoi trovare tavole dei punti su Google, parole chiave: agopuntura – punti – meridiani – ecc.. inizia con questo punti e vedrai ottimi risultati, comunque fammi sapere, ci sono altri punti da trattare per questo disturbo..

      • antonietta

        Caro Gabriele,grazie della tua risposta.Ora mi organizzo e poi ci provo.Spero di ottenere risultati positivi…

      • paola Thien van

        ciao Gabriele! Altri punti dell’agopuntura…..ho fatto una prova con il mio agopuntore ma non ha sortito alcun effetto. Premetto che io l’agopuntura secondo i principi della riflessologia la faccio regolarmente per la fibromialgia. Se mi dici quali sono i punti potrei confrontarli . Magari trovo giovamento per me e per altre povere “vittime”. P.S. basta che mi dài i numeri. GRAZIE DI CUORE!

      • gabriele

        Altri punti molto efficaci per questo disturbo, da stimolare oltre al -36 Stomaco -sono: Vescica 57 – Milza 6 – Vescica Biliare 39 – Milza 10. Anche la Riflessologia plantare è utile e si può abbinare

      • paola Thien van

        Grazie Gabriele! Stasera ci studio sopra! sarebbe fantastico riuscire ad addormentarsi senza dover correre 5km ostacoli! ;-)))

  52. Rosaria Giannì

    Salve a tutti, mi permetto di darvi un consiglio che a me sta dando un notevole miglioramento nella sintomatologia delle mie gambe ballerine: camminare in casa a piedi scalzi. A mio avviso, questo permette di ottenere un duplice vantaggio: 1) esercitare al meglio la pompa plantare per un miglior ritorno venoso, ma soprattutto 2) s caricare la tensione elettrostatica che accumuliamo nel nostro corpo vuoi perchè utilizziamo calzature isolanti (per es. di gomma), vuoi perchè in casa viviamo e dormiamo circondati da circuiti elettrici di ogni specie. Provare per credere.

  53. proverò a camminare sclza poi vi saprò dire.un abbraccio a tutti.mazzari claudia

    • Francesca

      Se può servire a qualcuno … soffro di questo disturbo fino dall’infanzia con periodi di remissione e aggravamento, ne soffro in forma molto severa al punto che a periodi penso di non poter continuare a svolgere la mia attività lavorativa. Non intendo minimamente accettare rimedi farmacologici: tentai per altri motivi dieci anni fa in cura con un neurologo, su quei preparati ho fatto una bella croce, piuttosto soffro o muoio. Da poco ho consultato un consulente delle leggi biologiche del dott. Hamer e un osteopata che non si conoscono tra loro ma mi hanno dato una stessa spiegazione di questo fenomeno, starò a vedere l’albero dai frutti finchè non mi propone cose assurde tento questa strada unitamente alle manipolazioni di un osteopata. Non mi hanno garantito nè miglioramenti nè risultati se ci saranno vi farò sapere.

      • antonietta

        Mi puoi dare qualche notizia in più di questo consulente del doo hamer.Chi è? dove vive?..non so più a che santo rivolgermi.Grazie mille

  54. Lorena

    Mi chiamo Lorena ho la SRL da circa 6 anni. Prima curata x depressione con attacchi di panico poi finalmente riconosciuta e curata con mirapexin. . . .
    finchè. è. durata perché. aumentando la dose il problema é peggiorato. Ora ho cominciato con neupro cerotto 2mg e prima di coricarmiRivotril gocce. Per ora sembra un paradiso. Spero duri

    • antonietta

      io sono stata curata con rivotril..poi con mirapexin..dopo qualche mese perdono il loro effetto.Ora prendo ripinirolo..mi dai qualche notizia in più di questo neupro cerotto? grazie

      • Francesca

        Buongiorno Antonietta,

        io vivo in Sardegna, dovresti informarti lì dove vivi tu, ormai le leggi biologiche del Dott. Hamer sono abbastanza conosciute e sperimentate. Io lo vedo come un tentativo al 50%, non mi faccio illusioni, però queste teorie su alcuni miei amici ma per altre patologie si sono rivelate valide, chissà … Non è come prendere delle pastiglie è un percorso impegnativo, io ho fatto solo un colloquio e per questo mese di agosto devo solo osservarmi, annotare e per 21 giorni ho avuto la consegna di fare ogni giorno una cosa che fosse bella per me. Per inciso stanotte è stato terribile ho dormito da mezzanotte alla 1.08 dopodichè marce forzate fino alle 4 poi ho iniziato la mia giornata. Però ho una certa conoscenza dei tutte queste medicine che vedo qui sopra nominate e preferisco le notti insonni ad assumere di quella roba, le ritengo utili solo in casi estremi di gente pericolosa per sè e per gli altri, ho visto gente che non è più la stessa, non esistono più sono alterati da quelle cose, obesi, ebeti, instabili, nevrastenici, di loro ho visto guarire chi a un certo punto li ha buttati dalla finestra … tentai diverse cure come ho scritto dieci anni fa e dopo meno di tre mesi mi resi conto che dormivo il pomeriggio, mi svegliavo con la bocca impastata, non avevo voglia di nulla ed avevo preso 8 chili. Buttato via tutto da un giorno all’altro e mi sono “autocurata” accettando anche di restare come ero, soffrivo di un’ansia incoercibile e non potevo stare ferma, mi cedevano anche il posto nel bus e di guidare non se ne parlava neppure. ma meglio soffrire di un mio male ed essere comunque me stessa che acchiapparmene vari altri dai farmaci.
        Il prossimo colloquio lo avrò ai primi di settembre. Ti farò sapere
        Ti faccio tanti auguri
        Francesca

      • antonietta

        Cara Francesca, ti ringrazio per la risposta esauriente..purtroppo niente affatto tranquillizzante.Mi informerò circa le possibilità offerte in Piemonte.
        Teniamoci in contatto

  55. rita

    Soffro da qualche anno di questo disturbo che è stato scambiato per stress e per depressione, sono in cura con un antidepressivo piuttosto forte adesso che ho capito la vera origine dei disturbi vedrò di mettere in pratica alcuni dei consigli di questo forum ma senza l’assunzione di farmaci che diano assuefazione e che mi rendano dipendente. Lentamente abbandonerò l’antidepressivo, proverò con il controllo degli zuccheri nell’alimentazione, con il massaggio prima di dormire e sentendo il mio medico curante che è omeopata con quacosa che attenui le scosse notturne. Spero bene.

    • antonietta

      Cara Rita, ho letto il tuo commento.Fai cenno al controllo degli zuccheri nell’alimentazione.Su questo argomento non ho trovato nulla.Mi sai dire tu qualcosa di più?Mi sai spiegare in che modo e perchè gli zuccheri influiscono su questa sindrome? ti ringrazio.Sono sempre alla ricerca di una strada nuova ed efficace,possibilmente.. a presto

  56. nicola malpede

    E’ una baraonda !! Credo che ogni caso sia diverso dagli altri. Il più delle volte la componente ansiogena è preponderante; ma non sottovalutiamo i problemi organici (compressioni radicolari,spondilolistesi,ernie etc.) molto spesso non diagnosticati a dovere . La cosa migliore è porre la massima attenzione ai propri sintomi per poterne parlare con accuratezza con un bravo specialista ( neurologo,fisiatra,osteopata o anche medico di famiglia bravo e disponibile). La RLS non è un cancro, se riusciamo ad accettarla ,seppur parzialmente, riusciamo a diminuire i sintomi per il 50%.
    La vita è degna di essere vissuta anche soffrendo (poco).

  57. Salve a tutti, pensavo di essere una perla rara,invece scopro che tantissime persone soffrono di questo disturbo.Quest’anno poi forse colpa del troppo caldo,e’ molto peggio,anche di giorno.quando mi prende facciodelle docce fredde sulle gambe,poi le tampono appena e cosi’ mi riesco ad addormentare.provar non nuoce

  58. bertolacci fabio

    io ho fastidi al braccio e la gamba sinistri devo continuamente stirarli e tenderli e la notte non prendo sonno proprio perche devo farlo in continuazione . il fatto strano e’ che mi prenndono solo a sinistra e a destra tutto tranquillo Fabio

    • Francesca

      Buonasera Fabio, non è strano funziona proprio così perchè l’emisfero destro e sinistro sono quelli che registrano precisi conflitti e quindi gli infiniti disturbi che affliggono l’essere umano a differenza della loro origine si manifestano sulla destra o sulla sinistra. Per me che sono mancina la parte sinistra è quella che riflette le relazioni affettive col partner, mentre la destra è interessata da quelle familiari, dei consanguinei o amicizie fraterne.
      Sono cose che fino ad un anno fa non conoscevo minimamente e mi sembravano assurde e invece da mesi sto sperimentando sulla mia persona. Anche a me il disturbo appariva a periodi sulla gamba destra o sinistra e addirittura a volte nel torace o nelle braccia a seconda delle cause che lo scatenavano

      Saluti
      Francesca

  59. Francesca

    Sono trascorsi alcuni mesi dal primo colloquio con consulente leggi biologiche e dal primo trattamento con osteopata. (12 luglio e 2 agosto) Sono sorpresa dai risultati. Ero scettica però da subito ho trovato una corrispondenza tra le considerazioni sull’origine di questa sindrome perchè tutt’e due hanno detto più o meno anche se diversamente le stesse cose e poi vedo il deciso miglioramento. il 18 agosto ho iniziato a registrare il primo cambiamento positivo e via via meglio, Oggi riesco a dormire anche tre ore di seguito, mi alzo passeggio un po’ e poi riprendo sonno, quasi non mi sembra possibile. Ho 50 anni e con alti e con bassi ci ho dovuto convivere con questo disagio e a periodi come gli ultimi due anni a dir poco invalidante. E’ cambiato anche il tipo di sensazione: si ferma sotto il ginocchio ed è come una corrente elettrica interna che non raggiunge più l’estremo della contrazione o di saltare le gambe per conto loro.
    Ho tardato a scrivere in questo blog perchè volevo vedere un riscontro un po’ duraturo. Se anche i sintomi restassero a questo livello ci metterei la firma.
    Un saluto
    Francesca

    • antonietta buzzi

      Cara Francesca,
      grazie per aver scritto.Mi puoi dare alcuni elementi in più..dove vivi? Quale osteopata? e consulente?in che cosa consiste la terapia?non so come ringraziarti..avere una speranza è molto..

      • Francesca

        Buonasera Antonella,

        vivo a Cagliari, come avrai letto nei miei precedenti post soffro di questa sindrome da che ho memoria e solo da questa estate ho cominciato a trovare sollievo. Osteopati ce ne sono bravi e ciarlatani così come i medici e come tutte le categorie; ho avuto fortuna perchè ho torvato una persona seria che ha esperienza e sa il fatto suo. L’osteopatia si sta diffondendo in Italia e penso anche vicino a te ci sia qualcuno che la pratica. Se mi dici dove abiti posso chiedere questa persona conosce qualche bravo collega lassù. So che si trovano molto spesso in Italia per aggiornamenti e confronti vari.
        L’altra persona che mi sta aiutando in accordo con l’osteopata è un consulente delle 5 leggi biologiche del Dott. Hamer molto osteggiate dalla medicina tradizionale … sarà che il Dott. Hamer è un pazzo scatenato e le sue teorie sono illusuini? può darsi, però so che senza drogarmi e intossicarmi di ogni porcheria che propone il “mercato” farmaceutico ho avuto spiegazioni plausibili al mio disturbo e soprattutto dal mese di settembre sto dormendo! Ma dormo davvero come non avevo memoria da anni. Oggi ho guidato per 700 km e no ho fermato una volta per camminare come una forsennata ma solo per i miei appuntamenti di lavoro.
        Ero molto scettica e sono andata da queste persone come ultima spiaggia ma senza nessuna speranza. Sono molto soddisfatta di questi risultati

        Saluti Francesca

      • Antonietta

        Grazie per avermi dato delle speranze.Io vivo a Vercelli..se ti puoi informare presso il tuo osteopata, te ne sarei grata..Torino o Milano vanno benissimo..aspetto tue notizie e spero di trovare la strada giusta.
        Per ogni problema di salute è questo l’importante.Te lo dico per esperienza.Grazie ancora

  60. Sono affetto da sindrome da gambe senza riposo, il Mirapexin funziona, ma dove mi trovo, non lo trovo (Scusate la reiterazione) Vorrei sapere da qualcuno se il Levodopa in temporanea alternativa funziona, Sono cinque notti in bianco, sono ridotto uno straccio. Grazie.

  61. giovanna

    giovanna
    Mia mamma di 70 anni hanno diagnosticato da poco sindrome da gambe senza riposo. I dolori sono iniziati da circa un anno dopo radioterapia. avevo notato che in un periodo in cui era ricoverata e gli facevano antibiotici per infezione intestinale i dolori erano quasi cessati. pur avendolo fatto presente a molti medici si imputava questo tormento/dolore ad altre patologie. gli ho dato amoxicillina (zimox) per 15 giorni a dosi inizialmente piu basse di 1 mg per poi arrivare ad una compressa al giorno. dopo circa 15 giorni i dolori sono diminuiti del 50%. prima era impossibile dormire di notte anche con antidolorifici (tachidol). passava solo verso la mattina. Poi ho inserito RELAX ERBE della ESI (teanina – magnesio – luppolo – magnolia – lavanda) 1 al mattino ore 11 e una alle 17. dopo 10 giorni i dolori sono diminuiti ancora di un 20%. ora visto che ha micosi in bocca (che continua a ricomparire e non riesco a debellarla – anche questa venuta per radioterapia) la curo tutte le sere con Mycostatin e ho inserito sciacqui durante la giornata con 2 gocce di estratto di semi di pompelmo – e 4 gocce alle 18 da bere in un po di acqua per debellare microbi e batteri nell’intestino. Spero possa essere utile la nostra esperienza. Avevamo provato di tutto. Certe notti non riuscivo nemmeno a tenerle ferme le gambe dalle crisi che aveva. Saluti a tutti

  62. paolo

    cari amici di avventura
    sono Paolo
    e vi avevo scritto altre volte
    da circa 10 mesi riesco a dormire bene
    mirapexin 0,26 alle 18;30
    mirapexin 0,18 alle 22:30
    e pediluvio moooolto caldo
    gambe immerse nell’acqua fino al ginocchio
    e credetemi …mi rilassa moltissimo
    mi succede 1 volta ogni 10 giorni di avere fastidio alle gambe

  63. giampaolo

    Ho 67 anni e da quasi 4 anni mi è stato riscontrato il morbo di parkinson. Sono in cura presso il centro di Milano e prendo una pastiglia, al giorno, di azilect da 1 mg. e metto un cerotto il neupro 24/h da 8 mg. Da circa un anno ho notato che le gambe non mi reggono più e cado in continuazione. Il cerotto da 8 mg. lo sto mettendo da 1 settimana. ma non ho visto nessun miglioramento.C’è qualcuno che mi possa consigliare che cosa posso fare.Grazie e vi saluto

  64. Giovanni

    Ciao a tutti, riscrivo per dirvi la mia felicità nello scoprire quello che mi è successo : al mattino appena alzato bevo un mezzo bicchiere di acqua tiepida con 10 gocce di tarassaco 10 gocce di carciofo e 10 gocce di cardo mariano (per depurarmi il fegato) alla sera prima di coricarmi idem, tutto questo da circa un mese, credetemi io che soffrivo delle gambe senza riposo per me sono diventate un vecchio ricordo, dormo che è una meraviglia!!!
    Ho 55 anni e ne soffrivo da diversi anni, non uso nessun tipo di farmaco e mai lo voglio prendere.
    Un abbraccio
    Giovanni

  65. vasile

    O sindrome de le gambe senza riposo di cuasi due ani o fato una cura di Miraxepin da 0 18 per un mese pero nu mia aiutato ?per coanto tempo devo prendere grazie mile aiutatemi !

  66. joseph

    Ciao a tutti, io ho scoperto di avere la RLS da 1 anno.Da molti anni avevo fastidio alle gambe,ma pensavo fosse causato dal lavoro.Poi la mia compagna mi ha detto che quasi tutte le notti muovo la gamba sinistra a scatti.Io dormo non mi accorgo di niente.Sono andato dal Neurologo , mi ha detto che ho la RLS e devo prendere il Mirapexin, ma io non lo prenderò mai,ho letto il bugiardino.Ho deciso di andare dall’omeopata

    • Francesca

      Anche io ho fatto la stessa scelta un anno fa, soffrivo da anni in modo quasi invalidante di tale sindrome ma niente farmaci di quella natura, sono andata senza neppure troppa convinzione dall’osteopata e da un consulente delle leggi biologiche: ottimi risultati, ora il disturbo si presenta solo la sera tra le 17 e le 22 ma se sto a lungo seduta, la notte dormo finalmente e di mattina da mesi non ne soffro più

      Francesca

    • Francesca

      Salve Joseph, assolutamente nessuna cura, quando vado da lui fa delle manovre alla base del cranio e lungo la spina dorsale, le prime sedute più lunghe di circa un’ora (ma ero in condizioni disperate!) e più adesso una mezz’ora ogni due mesi. La prima volta i disturbi sono peggiorati nei 13 giorni seguenti dopodiché hanno cominciato a migliorare. Più che cure mi ha dato delle indicazioni come camminare almeno un’ora al giorno se posso, evitare cibi molto proteici a cena .. ma niente di particolare. Ho avuto fortuna perché come vi sono medici più o meno bravi anche tra gli osteopati ci sono i ciarlatani … Lui è veramente capace. In bocca al lupo.

  67. Enrico

    Scusate se il consiglio può sembrare inopportuno ma vi posso assicurare che funziona: io soffro di questo problema da sempre e mi sono accorto che con la masturbazione riesco a prendere sonno, provare per credere

  68. Antonino Arancio

    Antonio:Sofro da Crampi notturni da decenni è non ho avuto nessun esito positivo da parte di medici,quali consigni mi date?

    • Antonietta

      Guarda che i crampi notturni sono anche sintomo di carenza di sali minerali.Non sempre sono dovute alla sindrome delle gambe senza riposo.Chiarisci bene questo punto con il tuo medico di base.Per le gambe senza riposo mio figlio, che soffre di tale patologia,prende 1mg di Ropinirolo
      e si trova bene,auguroni…

  69. daniela

    soffro anch’io gia’ da crca 2 anni (ho 63 anni) di questa sindrome, fastidiosissima in quanto non ti permette mai di rilassarti, soprattutto nel momento in cui vorresti farlo e cioe’ la sera. Anch’io comincio a muovermi e a guardare la televisione in piedi , in quanto non mi e’ possibile farlo stando seduta o sdraiata sul mio divano come fa la maggior parte delle persone.
    Il mio medico mi ha detto che quasi sicuramente cio’ e’ dovuto ad un fatto ansioso e mi ha consigliato di prendere 5 o 6 gcce dI EN verso le ore 18
    in modo di alleviare il disturbo, ma io non ho ancora provato in quanto non ci credo. Ieri sera non riuscivo a stare ferma nel letto e le gocce di EN le avevo prese verso le ore 11 come faccio sempre da anni.
    Se qualcuno sa darmi dei suggerimenti diversi ne sarei grata.
    Auguri a tutti. Naturalmente io non ho un buon sonno e soffro di dolori alla cervicale e in genere alla colonna vertebrale, oltre a soffrire di reflusso gastroesfageo. Come vedete sono in bel cerottino. Ciao Daniela 02.02.2014

  70. meg

    Da un mese assumo la sera MIRTAZAPINA 1 cp da 30 mg, un antidepressivo, e da 4 giorni soffro di questa sindrome di notte. Sul bugiardino la sindrome delle gambe senza riposo era infatti citata. Non riesco ad addormentarmi se non alla mattina presto. Durante il giorno, non sempre, gambe indolenzite,, parestesie, fastidi, quasi dolore, difficoltà prsino a camminare.Pensavo fosse per l’aumento di peso e la seria ritenzione di liquidi dati dalla Mirtazapina, ma a quanto pare si tratta proprio di RLS (Restless Legs Syndrome). Ora, poichè il farmaco non i ha migliorato per nulla la depressione, secondo lo psichiatra dovrei aumentare la dose al doppio. Io ci provo, ma se vedo che dopo una settimana, aumento di peso così tanto, continuo a ritenere liquidi e soffro ancora di sindrome delle gambe senza riposo chiedo di smetterlo. Purtroppo li ho provati già quasi tutti senza risultati apprezzabili.

  71. Mi hanno diagnosticato la RLS (atipica) dopo due anni dall’inizio dei sintomi. Ma non tutti i neurologi che ho consultato sono dello stesso parere.
    Vorrei essere certa della diagnosi, prima di prendere il farmaco che si da in questi casi.
    Vorrei sapere se qualcuno, come me, avverte il disturbo come un tremore in petto anziché alle gambe.
    La sintomatologia è esordita due anni fa con disturbi sensazione di letto che si muoveva, una sensazione di tremore ai piedi/gambe prima di addormentarmi e poi si è tramutata in tremore interno in tutto il corpo mentre dormivo tale da svegliarmi e impedirmi di riaddormentarmi.
    Attualmente da qualche mese il fastidio/tremore/motore è confinato solo nel petto. Questo disturbo mi impedisce di dormire perché mi sta rovinando la qualità della vita.
    Qualcuno si riconosce in tale sintomatologia? Secondo la vostra esperienza è la sindrome delle gambe senza riposo atipica che nel mio caso ha preso il tronco e non le gambe?
    Grazie per l’attenzione

    • ferdinando parmeggiani

      A mio parere la tua sintomalogia non ha niente a che fare .con la RLS. Io ne soffro, devo muovere le gambe con sensazione di fastidio hai polpacci. Sò che può interessare anche gli arti superiori, cosa che a me non capita. Credo che tremori e e tronco non siano sintomi di RLS

      • Francesca

        Salve a tutti, come ho già scritto su questo forum tempo fa la RLS è una patologia che conosco bene e mi ha rovinato l’esistenza fino dall’età prescolare. Alcune volte quando ho provato ad impormi di non muovermi, non agitare le gambe ecc il malessere si estendeva agli arti superiori e poi a tutto il tronco col tremore che ha descritto Paola, quindi penso che sia una forma atipica ma possibile. Per la cronaca, da due anni mi sono rivolta ad un osteopata con una frequenza all’inizio mensile (ho provato senza fiducia e come ultima spiaggia, stavo per lasciare il lavoro a causa della qualità della vita che era diventata impossibile) ora ogni due -tre mesi, ho ripreso a dormire e a condurre una vita normale, posso stare seduta al pc per ore se necessario … e senza assumere nessunissima porcheria che dia sonnolenza, assuefazione e altri effetti peggiori!

        Francesca

      • Paola

        Grazie per le vostre risposte. Tra pochi giorni iniziero’ con l’agopuntura nel tentativo di risolvere il problema. Vi terro’ aggiornati.

      • joseph

        Salve Francesca,sei andata dall’osteopata,ma che cura stai facendo? A me il neurologo a prescritto dei psicofarmaci ma io preferisco tenermi il fastidio,anche perchè riesco a dormire, perciò non è grave. Grazie fammi sapere. Joseph

  72. pierpaolo

    salve anch’io sarei interessato a qualche cura alternativa visto i risultati deludenti dei medicinali prescritti dai dottori
    pierpaolo

  73. Katiuscia

    Ciao…anche io ho questo problema….Lisa come si chiama il neurologo di Rovereto? Grazie

  74. 10 anni fa’, cominciato con mezza mirapexin da 0,18. ora sono a tre da 018! E con poco effetto.Chiedo aiuto, non ne posso piu’..Grazie.

    • La sindrome dele gambe senza riposo potrebbe per ciascuna persona avere cause differenti… Io sono guarito completamente con 8 sedute di agopuntura…

      • Antonietta

        Se ti puo’ servire..mio figlio soffre della SRL..dopo aver assunto vari farmaci senza risultati,,ha risolto con ropinirolo 0,5.Da 3 anni dorme bene senza disturbi..Prova anche tu..auguroni

  75. Osteopati,Neurologi,Naturopati, Agopuntori, per fafore… un consiglio, una risposta. Grazie

  76. Tiziano

    Ciao a tutti! Io utilizzo adartarel che è studiato apposta per questo problema! Spero di essere stato d’aiuto! Ciaoooo

  77. Roberto

    Di nuovo vorrei far presente mia esperienza, ho rimosso sindrome
    1) eliminando i caffè seguendo consigli letti su questo blog (ne bevevo almeno 4) e sostituendo il caffè della colazione con te verde. Saltuariamente bevo un caffè dopo pranzo
    2) praticando Yoga con rilassamento finale (manna miracolosa) scoperto per caso. Rilassamento finale rilassa le gambe in modo unico, mentre esercizi simili allo stretching mi hanno rimosso gonfiori all’addome che trasmettevano irrequietezza alle gambe.
    Da quel momento la sindrome è praticamente scomparsa ed ho ripreso a dormire rilassato.

  78. Giovanni

    Salve a tutti, è da un po’ che non scrivo e vi voglio aggiornare su una scoperta che ho appena fatto. Settimana scorsa ho acquistato un paio di scarpe “basculanti”, a dire il vero per il mal di schiena che mi perseguita da diversi mesi…Mai più pensavo che mi avrebbero risolto l’annoso problema della sindrome…Per il mio lavoro cammino quasi tutto il giorno (8 ore) e alla sera le gambe erano sempre distrutte e facevo molta fatica a dormire. Da quando porto queste scarpe, le gambe alla sera non mi fanno più male e dormo benissimo, mi sembra quasi un miracolo! Spero di esservi stato di aiuto. Giovanni

  79. ho’ seguito ogni consiglio,ma, finora senza alcun beneficio! Ciao, grazie a tutti.

  80. questa è una notte da ricordare Sono le due e continuo a psseggiare..un saluto a tutti quelli che dormono. Beati loro!

  81. come mai i commenti si sono fermati?
    pino pasini

    • Roberto

      Pino, solo x mancanza di tempo…..io comunque ho risolto… casualmente….l’ortopedico (Chirurgo) mi ha prescritto x due ernie cervicali il farmaco LIRICA da 150mg + 3 da 300mg di Gabapentin e nn ho più problemi….

      • Paolo

        Ciao a tutti sono sempre paolo …e da un po che non scrivo
        Io ne soffro dal 2010
        Continuo con mirapexin 0’18
        Per 3 al giorno
        Pediluvio bollente la sera
        E una bolla calda sotto i glutei
        E sembra che vada meglio
        Ho intenzione di praticare lo yoga
        Sembra e dicono che funzioni
        Grazie e spero di esservi stato utile

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...